Le 10 cose da sapere sul voucher per la digitalizzazione delle PMI

Voucher per la digitalizzazione delle imprese

Le 10 cose da sapere sul voucher per la digitalizzazione delle PMI

Questo bando è stato chiuso alle ore 17 del 12 febbraio 2018!

Se sei stato ammesso e vuoi sapere cosa dovrai fare per avere i contributi, leggi il nostro approfondimento su cosa fare dopo l’ammissione.

 

Se hai letto il nostro blog post precedente sul Voucher per la digitalizzazione per le PMI, conoscerai già, a grandi linee,  le principali caratteristiche del nuovo contributo del Ministero dello Sviluppo Economico a sostegno dei processi di digitalizzazione delle PMI italiane.

Il voucher, come fa intuire il nome, si configura, in un contributo a fondo perduto, fino ad un massimo di €10.000 che le imprese possono prenotare a partire dal 15 Gennaio 2018.

Ma vediamo insieme le 10 cose che devi sapere se vuoi partecipare e richiedere questo interessante contributo a fondo perduto per la tua impresa.

1. Per chi?

Il voucher per la digitalizzazione può essere richiesto da micro, piccole e medie imprese, costituite in qualsiasi forma giuridica e con qualsiasi regime contabile. L’importante è che risultino iscritte nel Registro delle Imprese.

2. I liberi professionisti possono richiedere il voucher per la digitalizzazione?

I liberi professionisti, come avvocati, architetti, commercialisti o titolari di partita IVA, possono accedere alle agevolazioni solo ed esclusivamente se iscritti al Registro delle imprese. Questo significa che la sola iscrizione ad un albo professionale non è sufficiente per richiedere l’agevolazione, ma l’attività deve essere svolta in forma di impresa.

Le associazioni o gli enti posso richiedere il voucher?

Purtroppo no! Le associazioni o gli enti non possono richiedere il Voucher, anche se registrate presso il REA della Camera di Commercio di competenza.

3. Quali progetti è possibile spesare con il voucher per la digitalizzazione?

Con il voucher per la digitalizzazione potrai spesare l’acquisto di software, hardware e consulenze che consentano all’impresa di:

  • migliorare l’efficienza aziendale;
  • modernizzare l’organizzazione del lavoro, mediante l’utilizzo di strumenti tecnologici e forme di flessibilità del lavoro, tra cui il telelavoro;
  • sviluppare soluzioni di e-commerce;
  • fruire della connettività a banda larga e ultralarga o del collegamento alla rete internet mediante la tecnologia satellitare;
  • realizzare interventi di formazione qualificata del personale nel campo ICT.

4. E’ possibile spesare canoni di Saas?

Purtroppo no! Non potrai spesare i canoni di un Saas (Software as a Service) ma solo l’acquisto di licenze software.

Secondo le FAQ 2.4 e 2.5 del MiSE, le spese per i canoni relativi a servizi informatici, sono escluse.

“Sono ammissibili i costi sostenuti per l’acquisto a tempo determinato di licenze d’uso dei software, a condizione che gli stessi risultino iscrivibili in bilancio tra le immobilizzazioni immateriali dell’impresa beneficiaria.”

La condizione a cui si fa riferimento, dovrebbe essere che la durata della licenza sia di almeno 3 anni. Puoi chiedere conferma al tuo commercialista.

5.  E’ possibile richiedere più di un voucher?

No, ogni azienda può fare richiesta per un singolo voucher che copre il 50% delle spese presentate per un importo non superiore ai €10.000.

6. E’ possibile richiedere il voucher su spese già sostenute?

No, se hai già sostenuto le spese e ricevuto fattura non potrai beneficiare del voucher. Gli acquisti di beni o servizi dovranno essere effettuati tassativamente solo dopo la la prenotazione del voucher.

7. Entro quanto deve essere concluso il progetto?

Il progetto che presenterai dovrà essere completato entro 6 mesi dall’ammissione del progetto all’agevolazione. 

8. A partire da che data è possibile prenotare il voucher?

E’ possibile inviare la propria domanda per la richiesta del Voucher utilizzando la piattaforma del Ministero dello Sviluppo Economico a partire dalle ore 10.00 del 30 gennaio 2018, e fino alle ore 17.00 del 9 febbraio 2018.

La domanda può essere pre-caricata sulla piattaforma dal 15 al 30 gennaio. A fine procedura il MiSE assocerà un codice alla tua domanda di partecipazione, che potrai riutilizzare dopo il 30 gennaio per inviare la domanda.

9. Si tratterà di un click day?

No, non si tratta di un click day! Il Ministero considererà come ricevute nello stesso momento tutte le domande. A disposizione delle imprese italiane ci sono € 100 Milioni suddivisi su base regionale.

10. Per partecipare al Voucher hai bisogno della Carta Nazionale dei Servizi

La CNS, ovvero la Carta nazionale dei Servizi, è una sorta di carta d’identità dell’impresa.

E’ uno degli strumenti messi a disposizione delle imprese per permettere alla Pubblica Amministrazione di identificare l’impresa, con assoluta certezza.

Noi di Trovabando abbiamo offerto un servizio specifico per aiutarti a partecipare.

Se sei stato ammesso e vuoi sapere cosa dovrai fare per avere i contributi, leggi il nostro approfondimento su cosa fare dopo l’ammissione.

Condividi questo post

Comments (268)

  • stefano rispondere

    nessuno ha novità al riguardo??òò—sembra quasi andata nel dimenticatoio la cosa…si è partiti da un 50% per arrivare ad un 16% inutile…ora sono stati finanziati altri 242milioni di euro da come ho letto sul web…qualcuono sa qualcosa??grazie

    23 maggio 2018 a 10:41
    • Trovabando rispondere

      Ciao Stefano,
      ti ringraziamo per averci contattato!
      Purtroppo ancora non si hanno dati ufficiali, ma sicuramente è stato rifinanziato e sicuramente uscirà l’elenco delle imprese ammesse con il rispettivo contributo concesso. Secondo le nostre stime, ora dovremmo essere attorno al 30/35%, come media nazionale.
      Non appena sapremo qualcosa di ufficiale, vi comunicheremo la notizia sul blog e sulle nostre pagine social.
      Nel frattempo, se vuoi, puoi utilizzare il nostro strumento di calcolo del Voucher per la digitalizzazione.
      Speriamo di risentirci presto!
      Buona serata

      24 maggio 2018 a 19:17
  • Tiziano rispondere

    Salve,
    mi è stato riferito, da fonti abbastanza attendibili, che quando si parla del 16%, diversamente da come tutti hanno capito, io compreso, non ci si riferisce al 16% dell’investimento il luogo del 50%, ma bensì a 16% del contributo massimo ricevibile.
    Per capirci……..contributo massimo per tutti coloro che rendiconteranno da 20.000 euro + iva in su = 1.600 euro (16% di 10.000). Quindi un 8% di contributo con un massimo di 1.600 euro.
    D’altronde il conto è preso fatto 100 milioni di euro diviso per 91.500 imprese fa una media di 1.093 euro di media ad azienda.
    Se così fosse, è veramente tempo perso.
    Spero tanto di essere smentito.

    20 aprile 2018 a 15:06
    • stefano rispondere

      ma non si sa ancora niente??ho visto che sono stati finanziati altri 242milioni di euro…ma possibile che è procede sempre tutto cosi a rilento in italia? -.-

      23 maggio 2018 a 10:40
      • Trovabando rispondere

        Salve Stefano, il 14 Maggio il Ministero dello Sviluppo Economico ha comunicato che il Voucher ha ricevuto un rifinanziamento di ulteriori 242.5 Milioni di Euro che portano le risorse totali a disposizione delle imprese a 342.5 Milioni di Euro.
        Il nostro consiglio, anche visto il rifinanziamento, è quello di procedere con i proprio progetti anche perché il termine massimo per la loro chiusura è sempre fissato al 14 Settembre 2018.

        Un saluto e a presto, il team di Trovabando

        23 maggio 2018 a 11:10
  • giuseppe marche rispondere

    Ciao alla domanda precedente ho trovato la risposta, ora chiedo se nella fattura c’è un prodotto hardware in fattura ci va una specifica dicitura che non ricordo, mi dici quale è? grazie

    5 aprile 2018 a 16:04
    • Trovabando rispondere

      Salve Giuseppe,
      in merito al Voucher per la digitalizzazione, se ha bisogno di un supporto per tutta la parte della rendicontazione amministrativa del suo progetto le consigliamo di visitare la nostra pagina dedicata http://www.voucherdigitalizzazioneimprese.it/.
      Un saluto!
      Il team di Trovabando

      16 aprile 2018 a 10:33
  • giuseppe marche rispondere

    salve, debbo acquistare il materiale presente nei voucher digitalizzazione, mi debbono fare la fattura, esistono dei termini obbligatori da inserire in fattura? o la fattura è libera? grazie mille.

    3 aprile 2018 a 12:58
    • Trovabando rispondere

      Salve Giuseppe,

      se ha bisogno di un supporto completo per gestire nella maniera corretta gli adempimenti burocratici collegati con il voucher per la digitalizzazione, le segnalo che la nostra società offre un servizio ad hoc di supporto.
      Qualora fosse interessato a conoscere attività, costi e modalità la invito a visualizzare questo link.

      Un saluto e a presto, il team di Trovabando

      10 aprile 2018 a 18:35
  • maria grazia rispondere

    Vorrei sapere se nella consuntivazione del voucher posso inserire anche la ritenuta d’acconto richiesta da fornitore e da noi pagata.

    28 marzo 2018 a 16:08
    • Trovabando rispondere

      Ciao Maria Grazia,
      ti ringraziamo per averci contattato!
      Purtroppo per questa informazione dovresti chiedere un parere tecnico ai nostri consulenti.
      Ti consigliamo di inviare una mail ad info@trovabando.it inserendo nell’oggetto della mail “parere tecnico voucher digitalizzazione”.
      Buona serata

      29 marzo 2018 a 18:45
  • cristiana rispondere

    Buongiorno,
    avrei bisogno di un’informazione. Ho variato la residenza e so che è oggetto di comunicazione al Ministero. Sapete dirmi con quale modalità deve avvenire tale comunicazione?
    Vi ringrazio in anticipo

    28 marzo 2018 a 10:52
    • Trovabando rispondere

      Buonasera Cristiana,
      ti ringraziamo per averci contattato!
      Le variazioni che riguardano le informazioni relative all’impresa, come abbiamo scritto su un articolo di approfondimento sul voucher per la digitalizzazione, vanno comunicate nel più breve tempo possibile, esclusivamente tramite la piattaforma online dedicata messa a disposizione dal MiSE.
      Buona serata

      3 aprile 2018 a 18:37
  • Simone rispondere

    Buonasera,
    dopo la pubblicazione del Provvedimento cumulativo, quali sono gli step successivi da espletare e le relative scadenze?

    25 marzo 2018 a 19:16
  • MArco rispondere

    Sono fra le imprese a cui e’ stato accettata la domanda.
    Cosa devo fare ora, compro ciò che mi serve e tengo la fattura?

    -Avevo inserito più progetti, si è capito cosa succede se da un progetto di costo 5000€ lo riesco a fare con 4000€ quanto è il contributo che mi spetta, cioè è sempre una cifra fissa minore del 50% o è una % rispetto alla spesa?

    – si è capito quanto è all’incirca la copertura % a disposizione per le aziende (noi siamo in ABRUZZO).

    24 marzo 2018 a 12:14
  • stefano rispondere

    Buongiorno, solo una piccola curiosità operativa: il periodo di 6 mesi durante il quale è possibile sostenere le spese, per un impresa ammessa, parte dalla pubblicazione delle imprese ammesse o dalla pubblicazione delle % assegnate ( in pratica, dal 14 marzo o dal prossimo step di pubblicazione tra una trentina di giorni)?

    21 marzo 2018 a 17:19
  • Voucher rispondere

    Buonasera, siamo stati ammessi al voucher per la digitalizzazione. Possiamo cominciare il progetto? Cosa dobbiamo far scrivere dal fornitore sulle fatture? Grazie

    19 marzo 2018 a 15:55
  • Francesco rispondere

    Buongiorno a tutti,

    prima di tutto grazie per il Vs. supporto che fornite a tutti quanti.

    Da quello che ho capito quindi, essendo la Ns azienda rientrata nel bando, dal 15 marzo è possibile effettuare la spesa, poi una volta sostenuta la spesa verrà fatto il calcolo di quanto ci verrà restituito e se rientriamo nel piano di spesa. È corretto? Grazie

    19 marzo 2018 a 14:44
    • Trovabando rispondere

      Ciao Francesco,
      si, il decreto ha chiarito che puoi iniziare a spendere; nei prossimi giorni il Ministero comunicherà con proprio ulteriore decreto gli importi alle aziende la cui istruttoria ha avuto esito positivo.
      Diciamo che se le dichiarazioni che avete fornito sono ancora valide e, se fate bene la rendicontazione, non dovreste avere problemi!! 🙂
      A presto,
      Il team di Trovabando

      27 marzo 2018 a 19:45
  • Emanuele rispondere

    Buongiorno, vorrei chiedervi un’informazione. La seguente indicazione: Nel documento di spesa si deve riportare la seguente dicitura “Spesa di euro…… dichiarata per l’erogazione di voucher di cui D.M. 23 settembre 2014”; per i progetti di spesa agevolati con le risorse di cui all’articolo 2 comma 1 lettera a) la precedente dicitura deve essere integrata con “Programma operativo nazionale Imprese e competitività 2014-2020”.

    Come si può adempiere con acquisti fatti su amazon?

    19 marzo 2018 a 9:12
    • Trovabando rispondere

      Ciao Emanuele,
      ti ringraziamo per avercelo chiesto!
      Nel caso di Amazon, la procedura è la stessa, perciò se sono disposti ad inserire le varie diciture non ci sono problemi, altrimenti se vuoi utilizzare il Voucher non potrai acquistare su Amazon le attrezzature di cui hai bisogno.
      Se hai bisogno di assistenza per la fase di rendicontazione, visita la nostra pagina dedicata al Voucher per la digitalizzazione del MiSE, e richiedi il supporto dei nostri consulenti.
      Speriamo di aver risolto i tuoi dubbi.
      Buona serata

      20 marzo 2018 a 15:40
  • Stefano rispondere

    Buongiorno, anche la mia richiesta è stata accettata e sono in elenco.
    Quindi se non ho capito male potrei già acquistare quanto relazionato nella domanda.
    Solo non ho capito quale documento (oltre alla normale fattura) mi deve rilasciare il negozio/sito dove effettuerò gli acquisti.
    Grazie

    19 marzo 2018 a 9:08
    • Trovabando rispondere

      Ciao Stefano,
      grazie mille per averci contattato!
      Ti confermiamo che puoi iniziare ad effettuare le spese per realizzare il progetto.
      Per quanto riguarda la documentazione, dovrai pagare i fornitori esclusivamente tramite bonifico bancario, e farti sottoscrivere una liberatoria a cui va allegata la copia del documento d’identità del legale rappresentante o del titolare della società fornitrice.
      Abbiamo scritto un nuovo articolo di approfondimento sul voucher, su cui trovi anche queste informazioni: ti consigliamo di dargli un’occhiata 😉
      Speriamo di aver risolto i tuoi dubbi!
      Buona serata

      30 marzo 2018 a 16:15
  • Carmelo rispondere

    Buonasera vorrei chiedervi due chiarimenti:
    1. I voucher consistono in un riaccredito, sul conto corrente, di denaro pari al 50% delle spese sostenute oppure sono dei “buoni” da spendere per qualsiasi altra cosa?
    2. La percentuale di sconto del voucher viene stabilito prima oppure dopo aver sostenuto le spese?
    Grazie mille

    18 marzo 2018 a 15:52
    • Trovabando rispondere

      Ciao Carmelo,
      non si tratta di uno sconto nè di un “buono” per acquistare beni o servizi segnalati in sede di domanda.
      E’ un rimborso successivo alla spesa effettuata dall’impresa, che presuppone il mantenimento dei requisiti ed il rispetto delle dichiarazioni fornite in sede di domanda, nonchè una corretta rendicontazione.
      A presto e in bocca al lupo!
      Il team di Trovabando

      27 marzo 2018 a 19:53
  • Edmond rispondere

    Buonasera e complimenti innanzitutto per il vostro servizio e professionalità nei commenti!

    Come indicato, per chi è stato ammesso al bando, dal 15 marzo è possibile iniziare a rendicontare le spese relative al progetto. Poichè vi sono state modifiche al decreto (» 14 marzo 2018), in merito a queste ultime modifiche volevo chiedere 3 cose veloci, augurandomi che possano essere sicuramente d’aiuto a tutti coloro che a breve inizieranno a rendicontare le spese:

    1. Cito da decreto: “Al solo fine di consentire i controlli di cui al comma 7, l’impresa trasmette unitamente alla domanda di erogazione la seguente documentazione: a. Documentazione di spesa: i titoli di spesa devono riportare la dicitura: «Spesa di euro … dichiarata per l’erogazione del Voucher di cui al D.M. 23 settembre 2014» “.

    DOMANDA: la dicitura in oggetto, deve essere indicata ad esempio nel bonifico relativo al pagamento, oppure deve essere riportata nella fattura relativa alla prestazione, oppure in entrembi… In pratica: dove?

    2. Prosegue al punto c. “Liberatorie sottoscritte dai fornitori dei beni e dei servizi acquisiti, predisposte sulla base dello schema di cui all’allegato n. 4, con l’indicazione per i servizi di consulenza e per quelli di formazione degli ambiti di attività […]”.

    DOMANDA: la liberatoria del fornitore deve essere compilata solo nel caso di consulenze, fomrazione, ecc (come sembrerebbe da decreto) o anche nel caso di acquisto di hardware (come ad esempio si evince leggendo l’allegato 4). E -in caso di acquisto hardware presso una grande catena- visto che viene chiesta carta d’identità, a chi si dovrebbe chiedere? 😀

    3. Liberatorie e quant’altro dovranno essere inviate digitalmente: vi sarà nei prossimi giorni una sezione dedicata sul proprio pannello in cui si possono compilare digitalmente (come avvenuto per la richiesta del voucher) o si devono stampare, compilare manualmente e poi inviare ad esempio in pdf?

    Grazie nuovamente per il vostro servizio!

    17 marzo 2018 a 18:25
    • Trovabando rispondere

      Ciao Edmond,
      grazie mille per i complimenti e per averci contattato!
      Ti risponderemo per punti, per fare maggior chiarezza:
      1. la dicitura che hai scritto va riportata nelle fatture: i bonifici avranno una dicitura diversa;
      2. le liberatorie devono essere compilate da ogni fornitore, e bisogna allegare la carta d’identità del legale rappresentante o del titolare della società fornitrice;
      3. la rendicontazione si svolge tramite la piattaforma del Ministero (come avvenuto per la richiesta), perciò attendiamo l’apertura di una sezione o un link a riguardo.

      Tutte queste informazioni e qualcosina in più, le abbiamo raggruppate su un articolo di approfondimento sul Voucher per la digitalizzazione, che ti consigliamo di leggere.
      Ti ringraziamo per aver contribuito ad informare tutti i lettori del nostro blog.
      Buona serata

      30 marzo 2018 a 18:15
  • Vincenzo rispondere

    Buongiorno, la mia richiesta è stata accettata e sono in elenco ma non è ancora chiaro in quale % verranno emessi i rimborsi. Qualcuno sa aiutarmi?
    Grazie

    15 marzo 2018 a 12:40
    • Trovabando rispondere

      Buonasera Vincenzo,
      ti ringraziamo per averci contattato!
      Purtroppo l’elenco delle imprese ammesse, aggiornato con gli importi concessi, sarà pubblicato successivamente, presumibilmente entro 30 giorni.
      Ti consigliamo di verificare la pubblicazione del nuovo elenco sul sito del MiSE, oppure seguendoci sulle nostre pagine social: facebook e twitter.
      Cercheremo di informarvi appena possibile.
      Buona serata

      16 marzo 2018 a 13:33
      • Claudia rispondere

        Buongiorno,
        siccome con la mia azienza (impresa ammessa) devo fare comunque un acquisto, posso già farlo anche se non so l’importo concesso ?

        20 marzo 2018 a 10:07
        • Trovabando rispondere

          Ciao Claudia,
          come ha chiarito il decreto del 14 marzo u.s. puoi effettuare la spesa avendo la certezza del rimborso tenendo presente che ti sarà rimborsata solo se sarà coerente con quanto dichiarato nella domanda, se le verifiche del Ministero in sede di istruttoria avranno esito positivo e se la rendicontazione delle stesse sarà effettuata correttamente.
          A presto,
          Il team di Trovabando

          27 marzo 2018 a 19:38
  • mirco rispondere

    Salve,

    è necessario riportare una dicitura specifica nelle fatture relative alle spese sostenute ai fini del voucher che poi andranno rendicontate?
    Grazie mille

    15 marzo 2018 a 11:58
    • Trovabando rispondere

      Ciao Mirco,
      ti ringraziamo per averci contattato!
      Sì, è necessario riportare una specifica dicitura sulle fatture, ossia quella che trovi sul decreto: “Spesa di euro … dichiarata per l’erogazione del Voucher di cui al D.M. 23 settembre 2014”.
      Per i bonifici la dicitura è diversa, ti consigliamo di leggere il nostro approfondimento sulla fase di rendicontazione del voucher, che abbiamo pubblicato da poco, così non dovresti avere più dubbi.
      Buona serata

      30 marzo 2018 a 18:00

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *