Con il termine ordine professionale si intende una istituzione di autogoverno di una professione riconosciuta dalla legge, avente il fine di garantire la qualità delle attività svolte dai professionisti. Gli ordini professionali hanno una struttura ben definita con legge, con un consiglio direttivo, un presidente, un segretario, un tesoriere (eletti tra gli iscritti) e appositi uffici, e hanno una propria cassa di previdenza. Per l’iscrizione all’ordine professionale è necessario sostenere un Esame di Stato.

In Italia sono enti pubblici autonomi, che per legge soggiacciono alla vigilanza del Ministero della Giustizia.

Tra i diversi compiti che svolgono gli ordini professionali troviamo:
– tenere aggiornato l’albo e il codice deontologico, tutelando la professionalità della categoria;
– tutelare i cittadini in relazione a prestazioni professionali;
– garantire la qualità delle prestazioni erogate e la congruità degli onorari applicati.

Gli iscritti devono sottoscrivere un codice deontologico e trovano nell’ordine un riferimento sulle possibilità di formazione e aggiornamento.