Agevolazioni Turismo: tutti i Bonus per le attività ricettive

Agevolazioni turismo tutti i bonus

Condividi subito la news sui tuoi Social!

Agevolazioni turismo: ecco quali sono i bonus disponibili per le attività ricettive

Indice

Nuovi Bonus e Agevolazioni per il Turismo e le attività ricettive

Agevolazioni turismo: sia a livello nazionale che regionale, c’è grande attenzione per questo settore così strategico per l’economia del Paese. 

Lo stesso Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza (PNRR) si sofferma in modo specifico sui progetti di investimento in materia di turismo: in particolare, nell’ambito della Missione 1 troviamo la Componente C3 “Turismo e cultura”, alla quale sono assegnati 2 miliardi e 400 milioni di euro.

L’obiettivo è quello di aiutare le imprese a promuovere un’offerta turistica rinnovata, incentrata sui princìpi di sostenibilità ambientale, innovazione e digitalizzazione.

Alcune misure sono già state attivate, ma il processo di transizione è appena iniziato. Vediamo insieme, allora,  alcuni nuovi incentivi attualmente disponibili in chiave Agevolazioni turismo!

Avvisi a valere per il Fondo per il Turismo Sostenibile

Nell’ambito del Fondo per il Turismo Sostenibile, sono  stati pubblicati 3 avvisi pubblici rivolti alle strutture ricettive (anche non imprenditoriali) e alle imprese turistiche.

L’Avviso n. 1 si rivolge a progetti volti a favorire l’ecoturismo e il turismo sostenibile attraverso iniziative innovative che possano minimizzare gli impatti economici, ambientali e sociali del turismo.  Per il 2023 sono disponibili quasi 4 milioni di euro  per erogare contributi a fondo perduto alle imprese della filiera del turismo e alle strutture ricettive turistiche ed alberghiere. I progetti dovranno prevedere spese comprese fra 50.000 e 200.000 euro e potranno ricevere un contributo a fondo perduto del 50%. Lo sportello per la presentazione delle domande di agevolazione sarà aperto dal 17 luglio al 9 settembre 2023.

L’Avviso n. 2 intende aiutare le strutture ricettive e le imprese turistiche a conseguire  certificazioni di sostenibilità concedendo un voucher di importo fino a 2.000 euro, da utilizzare per l’acquisto dei servizi per l’ottenimento, il mantenimento o il rinnovo della certificazione o per le verifiche a campione. Le imprese turistiche e le strutture ricettive alberghiere ed extralberghiere avranno a disposizione poco meno di 1 milione di euro di cui il 75% per le imprese turistiche e per le strutture alberghiere e il 25% per le strutture extralberghiere. La domanda potrà essere presentata a partire dal 17 luglio 2023 e fino a esaurimento delle risorse.

L’Avviso n.3 intende invece selezionare gli enti abilitati al rilascio delle certificazioni di sostenibilità e,  pertanto, non è rivolto in modo diretto al comparto turistico.

Emilia Romagna: Sostegno per gli investimenti delle Imprese del turismo

Con il bando “Sostegno per gli investimenti delle imprese del turismo” la Regione Emilia Romagna eroga contributi a fondo perduto ai proprietari o ai gestori di attività ricettive, per la realizzazione, riqualificazione o ampliamento delle strutture,  per il rinnovo di attrezzature e arredi o per progetti legati all’offerta di servizio nuovi o migliorati.

Gli interventi possono essere avviati dal 1° gennaio 2023 e la conclusione dovrà essere realizzata entro il 31 dicembre 2024. La realizzazione di nuove strutture ricettive è ammissibile solo in immobili esistenti: non è finanziabile la realizzazione di nuove strutture in immobili di nuova costruzione.

Il contributo può coprire fino al 40% delle spese ammissibili (50% in alcuni casi specifici), fino a un massimo di 200.000 euro.

La spese agevolabili riguardano:

  • spese per opere edili, murarie e impiantistiche, incluse quelle per la progettazione e la direzione lavori, che non potranno però superare il 10% dei lavori complessivi compresi nella presente voce
  • spese per l’acquisto/leasing – di finiture e arredi
  • spese per l’acquisto di dotazioni informatiche, hardware, software e relative licenze d’uso, servizi di cloud computing
  • spese per l’acquisizione di servizi di consulenza specializzata relativa agli interventi di digitalizzazione e di sostenibilità ambientale eventualmente previsti nel progetto e/o finalizzata all’acquisizione di certificazioni (tali spese sono riconosciute nel limite massimo del 20% delle spese già elencate
  • costi generali per la definizione e gestione del progetto, calcolati forfettariamente fino al 5% delle altre voci di spesa.

La domanda va compilata entro il 5 settembre 2023.

Fondo di Garanzia sezione speciale Turismo

Il Fondo di Garanzia è un intervento che aiuta le micro, piccole e medie imprese a ottenere credito dalle banche a condizioni migliori, in quanto lo Stato interviene per fornire parte delle garanzie che il soggetto finanziatore richiede alle imprese per ridurre il rischio sull’operazione. 

E’, ancora una volta, grazie alle risorse del PNRR che questa sezione speciale è stata istituita, con la finalità di sostenere gli imprenditori di questo settore e i giovani  under 36 che intendono avviare una nuova attività turistica.

In particolare, la sezione speciale si rivolge alle imprese alberghiere e agrituristiche, alle strutture ricettive all’aria aperta e in generale alle imprese del comparto turistico, ricreativo, fieristico e congressuale, inclusi stabilimenti balneari, complessi termali, porti turistici e parchi tematici.

I finanziamenti in relazione ai quali viene fornita la garanzia devono essere richiesti per:

  • interventi di riqualificazione energetica e innovazione digitale
  • assicurare la continuità aziendale e garantire il fabbisogno di liquidità e gli investimenti del settore
 
La sezione speciale si distingue dalla normale operatività del Fondo prevedendo:

  • concessione gratuita della Garanzia
  • concessione della garanzia senza applicazione del modello di valutazione , anche nel caso di beneficiari finali che presentano esposizioni classificate come inadempienze probabili o come esposizioni scadute o sconfinanti deteriorate, purché tale classificazione non risalga a prima del 31 gennaio 2020
  • copertura al 70% per Garanzia diretta, con possibile incremento all’80% mediante l’utilizzo dei contributi al Fondo, previsti dal decreto Fund raising del 26 gennaio 2012 e s.m.i..
  • riassicurazione fino all’80% o 90% dellimporto garantito da confidi o altro fondo di garanzia non eccedano l’80% di copertura
  • esonero dal versamento della commissione per mancato perfezionamento delle operazioni finanziarie

Resto al Sud

Resto al Sud è un’agevolazione che non si rivolge in modo specifico all’ambito turistico-ricettivo, ma che vogliamo inserire fra le Agevolazioni turismo perché permette di agevolare la nascita e lo sviluppo di nuove attività imprenditoriali, comprese quelle turistiche, in Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Molise, Puglia, Sardegna e Sicilia, ma anche nelle aree del cratere sismico del Centro Italie nelle isole minori del Centro-Nord.

Per usufruirne bisogna avere un’età compresa fra i 18 e i 55 anni, ed è sicuramente un’ottima opportunità per avviare B&B, Affittacamere o attività turistiche in senso lato.

L’agevolazione copre fino al 100% degli investimenti , grazie a una combinazione di contributo a fondo perduto (50%) e finanziamento a tasso zero (50%). Il finanziamento massimo complessivo è di 50.000 euro per ogni richiedente che rispetti i requisiti previsti, fino a un massimo di 200.000 euro nel caso di società composte da 4 soci. Per le imprese individuali invece, l’importo finanziabile è di 60.000 euro.

E’ poi possibile ottenere un ulteriore contributo a fondo perduto, concesso al termine degli investimenti, pari a 15,000 euro per le attività individuali e fino a 40.000 euro per le società (10.000 per ogni socio).

Hai trovato interessante questo articolo sulle Agevolazioni turismo? Condividilo sui social o invialo ai tuoi amici che potrebbero trarne beneficio!

Simona Lucchetti

Laureata con lode presso l’Università La Sapienza, ha acquisito esperienze e competenze in vari settori prima di approdare a Trovabando. Collabora con Trovabando da diversi anni occupandosi principalmente di elaborare e implementare strategie commerciali. È impegnata, inoltre, nella realizzazione della documentazione progettuale connessa alle agevolazioni pubbliche e fondi indiretti
  • Salve io vorrei comprare un hotel all asta e dargli una ristruttura per riaprirlo c’è qualche bando che mi può aiutare grazie

  • Articoli correlati