Seleziona una pagina

Tutte le agevolazioni per avviare nuove imprese e startup [Miniguida – aggiornata]

Alcune delle agevolazioni descritte sulla nostra miniguida sono state prorogate. C’è ancora più tempo per partecipare!

Vuoi avviare la tua Start up? Hai desiderio di metterti in proprio e partire con una nuova impresa? Abbiamo buone notizie per te. Grazie alla finanza agevolata ci sono ottime opportunità per avviare la tua attività con un aiuto pubblico!

Per questo, se hai sempre desiderato avviare la tua impresa ed il tuo sogno nel cassetto è quello di diventare un imprenditore o un’imprenditrice, la finanza agevolata è una risorsa da conoscere bene e da utilizzare al meglio.

Attualmente, infatti, sono attive diverse agevolazioni pubbliche che interessano tutto il territorio nazionale e che consentono a startupper ed aspiranti imprenditori di tirare fuori i sogni dal cassetto e di… buttarsi nella mischia con la propria attività.

Vediamo quali sono alcuni dei principali finanziamenti agevolati e contributi a fondo perduto disponibili per l’avvio di nuove attività del Centro, Nord e Sud Italia.

Vediamo subito i bandi e le agevolazioni per nuove imprese o startup!

I principali bandi nazionali per l’avvio di una nuova attività sono sicuramente Smart and Start e Nuove Imprese a Tasso Zero di Invitalia, analizziamoli insieme nel dettaglio.

 

Smart & Start di Invitalia

Analizziamo subito insieme Smart & Start, il bando dedicato ai progetti di innovazione e alla creazione di startup innovative.

Se il tuo progetto riguarda la produzione di beni e/o servizi che si qualificano come prodotti, servizi o soluzioni nel campo dell’economia digitale oppure si basano sulla valorizzazione dei risultati della ricerca pubblica e privata (spin off da ricerca), allora questo è il bando che fa per te!

Il principale vantaggio di quest’agevolazione consiste nella possibilità di accedere a un finanziamento agevolato a tasso zero, ovvero senza interessi, che copre fino al 70% delle spese ammissibili.

L’importo del finanziamento agevolato aumenta fino all’80% nel caso in cui la startup, alla data di presentazione della domanda, sia interamente costituita da giovani sotto i 36 anni e/o da donne, oppure preveda la presenza di un Dottore di Ricerca.

Il tuo progetto non rientra tra quelli menzionati in precedenza? Non ti abbattere, ci sono tantissime altre opportunità per te!

Continuiamo a vederle insieme…

Nuove Imprese a tasso zero di Invitalia

Se la tua futura startup non prevede una vera e propria innovazione tecnologica, puoi comunque finanziare il tuo progetto di business grazie al bando “Nuove imprese a tasso zero“.

Questa agevolazione che rappresenta lo strumento ideale per avviare la tua start up in molte attività economiche “classiche”, quali ad esempio bed & breakfast, alberghi, bar e ristoranti, palestre, centri estetici e… molto altro!

Si tratta di un finanziamento a tasso zero che copre fino al 75% delle spese totali, e può arrivare fino a un massimo di € 1.5 milioni, dando all’imprenditore o all’imprenditrice un’ottima opportunità per sviluppare al meglio il suo business.

Le principali agevolazioni regionali per nuove imprese o startup

I bandi e le agevolazioni per avviare nuove attività sono numerosi anche a livello regionale. Vediamo insieme quali sono quelli più interessanti, secondo noi di Trovabando.

Andiamo con ordine: partiamo subito con la Lombardia.

 

Regione Lombardia: i bandi e le agevolazioni per avviare nuove imprese o startup

Uno dei bandi più interessanti per gli aspiranti imprenditori e gli startupper lombardi è sicuramente “Intraprendo”, un contributo misto gestito dalla RegioneLombardia e da Finlombarda, che permette ai liberi professionisti e agli aspiranti imprenditori di avviare una start up oppure di sviluppare la propria impresa o attività libero professionale.

Il vantaggio di quest’agevolazione è dato principalmente dalla possibilità di accedere sia ad un finanziamento a tasso zero che ad un contributo a fondo perduto.

I requisiti per partecipare a questo bando sono principalmente due: l’età anagrafica, che necessariamente deve essere inferiore a 35 anni (giovani) o superiore a 50 (persone uscite dal mondo del lavoro), mentre il secondo fattore è dato dal livello d’innovazione del progetto che si intende avviare.

 

Regione Emilia Romagna: i bandi e le agevolazioni per avviare nuove imprese o startup

La Regione Emilia Romagna ha prorogato il “Bando per il sostegno alle startup innovative” che mette a disposizione dei progetti innovativi, un contributo a fondo perduto che copre fino al 60% delle spese per progetti di avvio di attività o per progetti di espansione di start up già avviate.

Gli ambiti di attività per i quali è possibile richiedere l’agevolazione sono:

  • sistema agroalimentare;
  • sistema dell’edilizia e delle costruzioni;
  • meccatronica e motoristica;
  • industrie della salute e del benessere;
  • industrie culturali e creative;
  • innovazione nei servizi.

Il bando si aprirà il 2 Luglio 2018 e rimarrà attivo fino al 30 Novembre 2018 (scadenza prorogata).

Un’opportunità unica per le startup emiliane!

 

Regione Trentino Alto Adige: i bandi e le agevolazioni per avviare nuove imprese o startup

Con il “Pacchetto di misure a sostegno della nuova imprenditorialità” della Provincia Autonoma di Trento, fare impresa in Trentino è davvero interessante. 

La Provincia Autonoma, infatti, mette a disposizione contributi a fondo perduto per le nuove imprese che intendono avviare progetti di innovazione di prodotto, di processo, organizzativa e di marketing, in questi ambiti:

  1. Qualità della Vita: conservazione e valorizzazione del paesaggio ambientale, antropizzato e urbano; turismo, cultura e tempo libero; città e comunità intelligenti; sanità, benessere e cura della persona.
  2. Energia e Ambiente: utilizzo sostenibile delle risorse; edilizia sostenibile e recupero edilizio; sicurezza e monitoraggio ambientale GIS e remote sensing; smart system; energie rinnovabili/sistemi energetici; conservazione del patrimonio forestale e industria del legno.
  3. Agrifood: sicurezza e tracciabilità degli alimenti; produttività e sostenibilità dei sistemi agricoli; qualità, salubrità degli alimenti, nutrizione e nutrigeomica; biodiversità animale e vegetale.
  4. Meccatronica: robotica e interazione uomo-macchina; smart materials; modellazione, controllo e automazione; sistemi integrati, microelettronica e microsistemi; sensoristica.

Il bando eroga un contributo a fondo perduto per il 50% delle spese, fino ad un massimo di € 100.000! Cosa aspetti a partecipare?

 

Regione Toscana: i bandi e le agevolazioni per avviare nuove imprese o startup

La Regione Toscana si concentra sull’avvio di nuove attività giovanili e femminili con il bando “Microcredito a sostegno della nascita di nuove imprese giovanili, femminili e dei destinatari di ammortizzatori sociali nei settori manifatturiero, commercio turismo e terziario“. 

Il bando prevede un finanziamento a tasso zero su 7 anni, per il 70% delle spese ammissibili. Il progetto presentato deve essere almeno pari ad € 8.000 e non superiore ad € 35.000.

Un’ottima opportunità per PMI, liberi professionisti ed aspiranti imprenditori che vogliono avviare o sviluppare la propria attività in Toscana con un sostegno pubblico.

 

Regione Lazio: i bandi e le agevolazioni per avviare nuove imprese o startup

La Regione Lazio supporta la nascita di nuove startup innovative o di startup derivanti da spin-off da ricerca con il bando “Pre Seed“. Un’agevolazione che prevede un contributo a fondo perduto che permette di coprire il 100% delle spese ammissibili, fino ad un massimo di € 100.000 per i progetti di spin-off da ricerca.

Un bando complesso ma decisamente interessante, a cui si può partecipare fino ad esaurimento fondi. La scadenza, precedentemente fissata al 31 dicembre, è stata prorogata più volte nel corso di quest’anno, e a quanto pare per un’ultima volta con la comunicazione del 21 dicembre.

 

Regione Puglia: i bandi e le agevolazioni per avviare nuove imprese o startup

Tra le agevolazioni più interessanti del mezzogiorno c’è N.I.D.I. (ovvero “Nuove iniziative d’impresa“) della Regione Puglia.

Un contributo misto, composto da un contributo a fondo perduto ed un finanziamento agevolato, che permette di ricevere fino a € 120.000, dedicato a chi vuole avviare la propria attività nei seguenti settori:

  • manifatturiero
  • costruzioni ed edilizia
  • riparazione di autoveicoli e motocicli
  • affittacamere e bed & breakfast
  • ristorazione con cucina
  • servizi di informazione e comunicazione
  • attività professionali, scientifiche e tecniche
  • agenzie di viaggio
  • servizi di supporto alle imprese
  • istruzione
  • sanità e assistenza sociale non residenziale
  • attività artistiche, sportive, di intrattenimento e divertimento
  • attività di servizi per la persona
  • commercio elettronico.

E’ ammessa la partecipazione sia per le nuove attività in forma individuale che societaria.

 

Resto al Sud: l’agevolazione perfetta per avviare una nuova impresa in tutte le regioni del Mezzogiorno

Non finirò mai di parlare di Resto al Sud, l’agevolazione messa a disposizione da Invitalia per gli aspiranti imprenditori di Abruzzo, Molise, Basilicata, Calabria, Campania, Sicilia, Puglia e Sardegna.

Un’agevolazione mista, composta da due contributi a fondo perduto e da un finanziamento a tasso zero, per una copertura complessiva che può arrivare fino a € 200.000 (nel caso di 4 soci), promossa al fine di sostenere l’avvio di nuove attività imprenditoriali nel nostro meraviglioso Sud.

Dato che ne abbiamo parlato molto in altre occasioni, di seguito ti proponiamo una lista di nostre risorse per poter approfondire l’argomento:

 

FacilitoXTO: l’agevolazione giusta per gli aspiranti imprenditori di Torino

A livello locale, tra le più interessanti agevolazioni dedicate alla nascita di nuova imprenditorialità, non si può non citare FacilitoXTO. Sì lo sappiamo il nome è un po’ particolare, ma non ci fare troppo caso.

Il bando è rivolto sia agli aspiranti imprenditori che alle micro e piccole imprese. I richiedenti per poter beneficiare del finanziamento dovranno costituirsi, o essere costituiti, in forma di:

  • ditta individuale, società di persone o di capitali;
  • cooperative di produzione e lavoro;
  • cooperative sociali.

Grazie a questo bando, è possibile ricevere fino a 80 mila euro di incentivi, così suddivisi: per il 70% composto da un finanziamento promosso dal sistema creditizio locale e garantito all’80% da un Fondo di Garanzia comunale, e per il restante 30% da un contributo a fondo perduto.

Il bando è stato prorogato, e sarà possibile presentare domanda di partecipazione fino al 14 dicembre 2018.

 

Come vedi le agevolazioni per chi, come te, vuole avviare una nuova attività sono moltissime e… quelle della nostra guida sono solo alcune delle opportunità disponibili in questo momento in Italia.

Se vuoi partire con il tuo nuovo progetto verifica prima di tutto quali sono le agevolazioni e i bandi che fanno al caso tuo, ed inizia subito ad utilizzare la finanza agevolata!

 

Concentrati solo sul tuo business, a trovare il bando giusto per te ci pensiamo noi!

Hai trovato il nostro post interessante? Lasciaci un commento e condividi questa pagina con i tuoi amici!

Risparmia tempo e fatica

da Team Trovabando | 26 Ott, 2018

Articoli correlati

>