Seleziona una pagina

Agevolazioni e contributi a fondo perduto per la digitalizzazione: una panoramica a livello nazionale delle agevolazioni pubbliche per la digitalizzazione delle imprese italiane. 

26 Lug, 2019

L’esigenza di digitalizzare la propria attività, anche solo di avere un proprio e-commerce per iniziare a vendere i propri prodotti o servizi online, sta diventando sempre più stringente per un gran numero di imprese italiane che si trovano a perdere competitività sia a livello nazionale che internazionale proprio a causa del livello estremamente basso di digitalizzazione delle PMI nostrane.

Basti pensare che l‘80% delle imprese italiane non ha un livello di digitalizzazione sufficiente, e questo secondo i dati dell’ ultimo rapporto annuale sulla situazione del Paese redatto dall’Istat.

Numeri che fanno capire quanto sia fondamentale, per le piccole e medie aziende italiane, ripensare i propri investimenti in una ottica di digitalizzazione del business. Il digitale ha molte declinazioni: a partire dai semplici vetrina, alle più complesse piattaforme di e-commerce proprietarie fino a progetti di digitalizzazione più complessi che includono investimenti in cyber security, IoT, gestione automatizzata del magazzino, sono molte le spese che le imprese italiane si trovano a dover sostenere investimenti molto ingenti per rimanere competitive sul mercato.

Proprio per rispondere all’esigenza, sempre più urgente di innovazione, sono ormai numerose le agevolazioni  regionali, camerali e nazionali rivolte agli investimenti nel campo della digitalizzazione.

Non è raro, infatti, trovare agevolazioni che spesino la realizzazione di e-commerce, per l’appunto, ma anche l’acquisto di software, anche in modalità SaaS, hardware o che spesino attività di digital marketing come la SEM, la SEO oppure che siano dirette ad incrementare i sistemi di sicurezza informatica delle PMI per proteggere i dati aziendali da possibili attacchi, i cd. data breach.

Sul tema digitalizzazione si distinguono sicuramente i Voucher Digitali Impresa 4.0, a cura delle varie Camere di Commercio sparse sul territorio nazionale ma sono disponibili anche alcuni bandi specifici pensati da Regioni o ministeri per aiutare la digitalizzazione delle PMI Italiane. Ma vediamo quali sono i bandi e le agevolazioni pubbliche interessanti per chi vuole digitalizzare.

Grazie a questi aiuti erogati dalle Camere di Commercio è possibile finanziare la realizzazione: sistemi di e-commerce e spese per l’adeguamento e la protezione informatica dell’ecommerce stesso ma anche software gestionali tipo ERP e CRM, piattaforme e applicazioni digitali e sistemi di pagamento mobile e/o via internet e fintech, strumenti digitali per la gestione del magazzino, geolocalizzazione, tracciamento e IoT. Bisogna però tenere presente che le spese per i beni e servizi che possono essere spesati con i Voucher Industria 4.0 sono stabiliti dalle singole camere di commercio.

Vediamo insieme quali sono i bandi e le agevolazioni pubbliche più interessanti per chi vuole digitalizzare suddivisi per Regione! Non si tratta di un elenco completo di tutti i bandi disponibili ma di un panoramica che ti mostrerà le diverse opportunità disponibili!

Regione Lazio

Nel Lazio tutte le Camere di Commercio hanno attivato l’erogazione di Voucher per la digitalizzazione. Tuttavia al momento l’unico Voucher attivo è quello della Camera di Commercio di Roma. A Roma il bando è stato rifinanziato recentemente e consente di spesare attività come l’e-commerce, i sistemi di pagamento, la fatturazione elettronica, Iot, sistemi di tracking e geolocalizzazione, cyber security e molto altro! Vuoi partecipare al bando? La scadenza è prevista per il 31 luglio 2019 quindi… meglio affrettarsi!

Sei di Frosinone, Viterbo, Rieti o Latina (ma anche di Roma) e vuoi digitalizzare la tua attività?

Niente paura, con il Bando Digital Impresa Lazio, che scade il 2 Ottobre 2019, potrai ricevere un contributo a fondo perduto fino a €17.500 per realizzare progetti di digitalizzazione aziendale. Se vuoi scoprire di più su questo bando non perdere il blog post dedicato che trovi qui. All’interno del nostro articolo avrai anche la possibilità di verificare gratis se hai i requisiti per accedere e calcolare il punteggio associato alla tua richiesta.

Regione Lombardia

Le agevolazioni disponibili in Lombardia per il digitale sono davvero numerose, vediamo insieme quali sono le principali suddivise per tipologia e localizzazione.

Voucher digitali delle Camere di Commercio di Mantova, Cremona e Brescia.

Le spese finanziabili (seppur con qualche picola differenza sulle singole Camere di Commercio) sono quelle contenute negli elenchi che trovi di seguito.

Elenco 1

  • Soluzioni per la manifattura avanzata;
  • Manifattura additiva;
  • Soluzioni tecnologiche per la navigazione immersiva, interattiva e partecipativa dell’ambiente reale e nell’ambiente reale (realtà aumentata, realtà virtuale e ricostruzioni 3D);
  • Simulazione
  • Industrial Internet e IoT;
  • Cloud;
  • Cybersicurezza e business continuity;
  • Big Data e Analytics;
  • Soluzioni tecnologiche digitali di filiera finalizzate all’ottimizzazione della gestione della supply chain e
    della gestione delle relazioni con i diversi attori (es. sistemi che abilitano soluzioni di Drop Shipping, di
    “azzeramento di magazzino” e di “just in time”);
  • Software, piattaforme e applicazioni digitali per la gestione e il coordinamento della logistica con elevate caratteristiche di integrazione delle attività di servizio (comunicazione intra-impresa, impresa-campo con integrazione telematica dei dispositivi on- field e dei dispositivi mobili, rilevazione telematica di prestazioni e guasti dei dispositivi on-field; incluse attività connesse a sistemi informativi e gestionali (ad es. ERP, MES, PLM, SCM, CRM, etc.) e progettazione ed utilizzo di tecnologie di tracciamento (RFID, barcode, ecc).
  • Integrazione verticale e orizzontale;

Elenco 2  (utilizzo di altre tecnologie digitali propedeutiche/complementari a quelle previste nell’Elenco 1) 

  • Sistemi di e-commerce;
  • Sistemi di pagamento mobile e/o via internet e fatturazione elettronica;
  • Sistemi EDI, electronic data interchange;
  • Geolocalizzazione;
  • Tecnologie per l’in-store customer experience;
  • System integration applicata all’automazione dei processi;
  • RFID, barcode, sistemi di tracking;
  • System integration applicata all’automazione dei processi.

In tutti i casi il voucher può raggiungere un valore di 10.000 euro, ma a Mantova è possibile coprire il 70% delle spese, mentre a Cremona, Brescia ci si dovrà accontentare del 50%. Si tratta comunque di un contributo a fondo perduto molto interessante ed assolutamente da non perdere!

Pavia bando imprese turistiche

Per le imprese turistiche di  Pavia e provincia è importante segnalare il nuovo bando che mette a disposizione contributi a fondo perduto per l’acquisto di hardware e la creazione di piattaforme di e-commerce. In questo caso il rimborso è del 40% sulle spese con un contributo a fondo perduto massimo di € 15.000. Particolarità che rende molto interessante questo bando è che è valido anche per spese già sostenute durante il 2019. 

Bando Agevola Credito Camera di Commercio di Milano, Monza, Brianza e Lodi

Non si tratta di un contributo a fondo perduto come le altre agevolazioni, ma è senza dubbio molto interessante è anche il bando dedicato alle imprese della Camera di commercio di Milano, Monza Brianza e Lodi, denominato Agevola Credito, che mette a disposizione finanziamenti agevolati per le PMI che intendono avviare investimento rivolti alla:

  • adozione di tecnologie informatiche per la promozione e la vendita on line di prodotti e servizi (Mobile & Social eCommerce)
  • adozione di tecnologie informatiche che consentano di supportare i processi che coinvolgono partner esterni, anche attraverso tecnologie di cloud computing (Extended Enterprise)
  • adozione di soluzioni telecontrollo riscaldamento, gestione scenari e più in generale energy management (Smart Building)
  • adozione di tecnologie digitali avanzate a supporto dei processi produttivi caratteristici dell’azienda (Produzione digitale)
  • adozione di tecnologie finalizzate alla gestione di grandi quantità di dati direttamente in rete (Cloud)
  • adozione di tecnologie digitali a supporto della tracciabilità dei prodotti e tecnologie per la gestione automatizzata del magazzino
  • adozione di tecnologie IoT per i sistemi di produzione per migliorare la flessibilità, la capacità di interazione con l’operatore umano e la gestione in remoto di asset di valore  (Smart and Digital Factories)
  • adozione di tecnologie che garantiscono sicurezza durante le operazioni in rete e su sistemi in cloud (Cybersicurezza e business continuity)
  • adozione di soluzioni IoT volte ad aumentare la sicurezza sul lavoro e negli spazi aperti al pubblico (Safety)
  • adozione di Sistemi informativi e gestionali es. ERP, MES, PLM SCM, CRM
  • adozione di tecnologie IoT finalizzate alla gestione ottimale delle risorse ambientali Smart Environment
  • adozione di tecnologie IoT finalizzati alla tracciabilità e la gestione delle produzioni e il monitoraggio agrometeorologico dell’ambiente di coltivazione (Agricoltura digitale)
  • adozione di servizi, strumenti e tecnologie ICT per gestire e valorizzare grandi quantità di dati (Big Data)
  • adozione di tecnologie per l’utilizzo di apparecchiature di comunicazione tra operatore/operatori e sistema produttivo, dispositivi di realtà aumentata e virtual reality (Dispositivi wearable)
  • adozione di tecnologie per applicazioni che consentono alle macchine di mostrare un’abilità e/o attività intelligente in campi specifici (Artificial intelligence & machine learning)

Come vedi la Regione Lombardia offre davvero molte opportunità, ti basti considerare che questi sono solo alcuni dei contributi disponibili, le opportunità a fondo perduto e a tasso agevolato sono molte di più!

Regione Piemonte

In Piemonte la Camera di Commercio di Asti mette a disposizione risorse per la digitalizzazione con scadenza 30/09/2019. In questo caso il contributo previsto è del 50% con un importo minimo ricevibile di €1000 ed un massimo di € 7.000.

Sempre in Piemonte, invece, le startup innovative e le pmi nate da spin-off di incubatori universitari beneficiano di un contributo a fondo perduto pari al 70% delle spese per comunicazione e marketing digitale.

Regione Toscana

In Toscana da non perdere i voucher digitali della Camera di Commercio Maremma e Tirreno, che riunisce le province di Livorno e Grosseto. Fino al 30/09/2019 è possibile presentare la propria domanda di contributo anche per spese già effettuate. La percentuale di copertura è del 70% e il contributo massimo è di € 10.000.

 

Regione Campania

In Campania si è da poco chiuso lo sportello Voucher digitale della Camera di Commercio di Napoli, ma resta attivo il bando fino al 30 Settembre 2019, il bando Voucher I 4.0 della Camera di Commercio di Avellino. Il bando mette a disposizione fino a € 5000 per progetti di digitalizzazione e copre il 50% a fondo perduto delle spese ammissibili.

 

Altre regioni e province

Chi vive in altre regioni e province, comunque, non deve disperare! Sono infatti davvero molto numerose le province e le regioni in cui sono attivi o devono essere attivati  i contributi destinati alla digitalizzazione: basta fare una verifica per scoprirlo. Se vuoi scoprire queste e anche tutte le altre agevolazioni a cui la tua impresa può partecipare, è facilissimo: ci pensa Trovabando, con un semplice click!

Registrati a Trovabando e verifica subito se puoi accedere ai contributi pubblici per realizzare il tuo e-commerce o finanziare la digitalizzazione della tua impresa!

>