Resto al Sud – Quali sono le attività finanziabili?

Attività finanziabili bando Resto al Sud

Resto al Sud – Quali sono le attività finanziabili?

Vuoi sapere se la tua attività rientra tra quelle finanziabili dal nuovo bando di Invitalia?

Leggi il nostro articolo e scopri subito tutto quello che c’è da sapere su questa agevolazione che ti permette di finanziare nuove attività come: affittacamere, b&b, ristoranti… E molto altro!

Nella nostra mini guida, abbiamo già parlato nel dettaglio di Resto al Sud, la nuova agevolazione di Invitalia pensata per combattere il fenomeno dell’emigrazione dei giovani dal sud Italia e per favorire la nascita di nuove attività nel meridione.

Scopri la nostra infografica!

Per Resto al sud sono stati stanziati complessivamente 1.25 miliardi di euro, che saranno di grande supporto per tutti gli under 35 che vogliono aprire (o hanno da poco aperto) un’attività nelle 8 regioni del meridione, ovvero: Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Molise, Puglia, Sardegna e Sicilia.

Ma quali sono le attività finanziabili da Resto al Sud?

La prima cosa da fare per comprendere se Resto al Sud fa davvero al casa tuo, è capire quali solo le attività che possono essere finanziate da questo bando!

A questo proposito, una prima soluzione è quella di leggere il bando, dal sito di Invitalia, e consultare uno ad uno i codici ATECO delle attività che sono ammissibili per richiedere questa agevolazione, sincerandosi che il codice relativo all’attività che si vuole intraprendere non sia presente tra le attività escluse dal bando.

Ti anticipo, però, che i codici ATECO sono più di 1.300… una lettura abbastanza impegnativa!

Se ti stai chiedendo come fare, e già ti vedi impegnato per ore e ore a leggere righe di Excel, abbiamo pensato per te di fornirti qualche esempio di attività che puoi avviare con questo bando “Resto al Sud”.

Come molti sanno il sud Italia è famoso per il suo cibo squisito ed ogni regione ha i suoi piatti tipici… perché ti dico questo?

Perchè grazie al bando Resto al Sud potrai finanziare l’apertura di attività collegate alla ristorazione e alla somministrazione. Potrai aprire, ad esempio le seguenti attività:

  • ristorante
  • gelateria
  • pasticceria
  • bar
  • catering per eventi o matrimoni

Se invece sei interessato all’ambito del turismo e delle ricettività, grazie a Resto al sud potrai finalmente aprire le attività che trovi di seguito:

  • affittacamere
  • b&b
  • residence
  • albergo
  • agriturismo camping
  • villaggio turistico
  • agenzia di viaggi
  • tour operator

Resto al sud finanzia anche l’apertura di attività collegate ai servizi alla persona. Qualche esempio?

  • lavanderia
  • tintoria
  • parrucchiere
  • istituti di bellezza
  • salone di estetica
  • manicure
  • pedicure
  • stuodio di tatuaggi
  • toletta per animali
  • centro benessere
  • palestra
  • stabilimento balneare

Ma non finisce qui!

Resto al Sud potrà essere utilizzato anche nell’ambito della formazione e dell’istruzione, ovvero per aprire, ad esempio le seguenti attività:

  • scuola di vela
  • scuola di danza
  • autoscuola
  • scuole di lingua
  • asilo nido

E nel campo della sanità e dell’assistenza sociale?

Al bando Resto al Sud possono accedere anche le attività che si riferiscono ai servizi di assistenza sanitaria e sociale, che appartengono alla sezione Q, come ad esempio:

  • servizi degli studi medici di medicina generale
  • attività dei centri di radioterapia
  • studi di omeopatia e di agopuntura
  • attività degli studi odontoiatrici
  • fisioterapia
  • attività svolta da psicologi
  • strutture di assistenza residenziale, e non residenziale, per anziani e disabili
  • servizi di asili nido

Abbiamo visto insieme alcune delle attività finanziabili con il bando Resto al Sud. Ma vediamo insieme quali sono, invece, alcune delle attività che non possono essere finanziate con questo bando.

Quali sono le attività che non possono essere finanziate con Resto al Sud?

Resto al sud esclude la creazione di qualsiasi attività commerciale sia al dettaglio che all’ingrosso. Che significa?

Con resto al sud non potrai aprire nessun tipo di negozio, né fisico né online. Quindi un no assoluto ai negozi di abbigliamento, fiori e piante, articoli di profumeria, prodotti per l’igiene personale, piccoli animali domestici, orologi, articoli di gioielleria e argenteria, calzature e pelletterie, articoli sportivi, pesce, carni, verdure, bibite, computer, e così via.

Sono escluse anche tutte le attività libero professionali. Quindi se sei un giovane avvocato, commercialista, geometra, architetto non potrai utilizzare resto al Sud per finanziare l’avvio del tuo nuovo studio.

Resto al Sud, inoltre esclude tutte le attività legate all’agricoltura ed alla silvicoltura.

Spero di averti dato una serie di informazioni utili per capire se il tuo progetto e la tua nuova attività sono finanziabili o meno tramite Resto al sud. Naturalmente se vuoi saperne di più su questo bando scrivici subito al nostro indirizzo info@trovabando.it indicando nell’oggetto “Resto al Sud“,  i tuoi dati e qualche dettaglio sul tuo progetto, oppure lasciaci la tua domanda nei commenti che trovi sotto.

Saremo lieti di risponderti nel più breve tempo possibile!

 

Hai bisogno di un supporto professionale per preparare il tuo progetto?
Affidati a noi, scrivici subito a info@trovabando.it e saremo lieti di aiutarti!

 

Concentrati solo sul tuo business, a trovare il bando giusto per te ci pensiamo noi!

Se ti è piaciuto questo articolo, o pensi che possa essere utile per qualche tuo amico, lascia un commentocondividilo sui social!

Condividi questo post

Commenti (54)

  • Antonio Rispondi

    Salve, vi contatto per sapere se nelle attività ammesse è previsto un wine bar con somministrazione. Avevo letto inoltre che il credito viene emesso sotto forma di rimborso delle spese sostenute; a tal proposito quindi dovrò necessariamente anticipare il mio capitale senza avere certezza dell’approvazione della domanda oppure potrò aspettare che la domanda venga approvata per poi iniziare il tutto?

    il 13 febbraio 2018 alle 16:30
    • Trovabando Rispondi

      Ciao Antonio,
      grazie mille per averci contattato!
      Ti confermiamo che un wine bar con somministrazione, appartenendo al settore della ristorazione, è ammissibile al finanziamento erogato tramite il bando Resto al Sud.
      La quota di agevolazione che viene emessa sotto forma di rimborso è pari al 35% (contributo a fondo perduto), mentre il restante 65% è concesso come finanziamento agevolato.
      Puoi attendere l’approvazione della domanda di ammissione al bando, e successivamente recarti in una delle banche convenzionate per richiedere il 65% di finanziamento, in modo da avviare il progetto con quei fondi.
      In ogni caso, dovrai comunque anticipare il restante 35%, che essendo a fondo perduto ti verrà restituito in una seconda fase.
      Speriamo di aver risolto i tuoi dubbi.
      Buona serata.

      il 14 febbraio 2018 alle 18:23
  • elisabetta cerciello Rispondi

    Buona sera, aprire una piccola impresa edile,potrebbe rientrare tra i finanziamenti ammissibili ?Grazie

    il 12 febbraio 2018 alle 16:51
    • Trovabando Rispondi

      Buongiorno Elisabetta,
      grazie mille per averci contattato!
      Un’impresa edile dovrebbe appartenere alla Sezione F con codice Ateco 43.20, e pertanto risulta tra le attività finanziabili tramite il bando Resto al Sud.
      Buona giornata.

      il 13 febbraio 2018 alle 12:48
  • Alessandro Rispondi

    Salve, mi chiamo Alessandro. Ho 24 anni con 12 anni di esperienza nel settore della panificazione e ristorazione, solo che il mio lavoro documentato anagraficamente risulta minore a quello in nero. Ho inoltrato la domanda tramite un consulente che mi ha aiutato nella compilazione. E uscito un bel piano di impresa secondo me, anche perché ho le idee molto chiare su ciò che voglio lavorativamente parlando. Però mi sorge il dubbio che pur rientrando nella categoria di attività finanziabili, la domanda mi venga bocciata per la questione della maggiore esperienza in nero e avere poco documentato

    il 11 febbraio 2018 alle 1:15
    • Trovabando Rispondi

      Ciao Alessandro,
      ti ringraziamo per averci contattato!
      Effettivamente potrebbe succedere, ma l’importante è che tu sia riuscito a documentare almeno un minimo di competenza in materia.
      Forse avresti potuto comunque inserire nel tuo CV anche la parte “in nero”, ma ormai…
      Speriamo bene!
      Buona serata.

      il 12 febbraio 2018 alle 15:59
  • Cristian Rispondi

    Salve ….volevo sapere se era possibile aprire una pescheria……..

    il 8 febbraio 2018 alle 11:37
    • Trovabando Rispondi

      Ciao Cristian,
      ti ringraziamo per averci contattato!
      Purtroppo la pescheria è una delle attività del settore commercio, perciò è esclusa dalla partecipazione al bando Resto al Sud.
      Ci dispiace.
      Buona giornata.

      il 9 febbraio 2018 alle 13:22
  • Luca De Stefanis Rispondi

    Salve , sono un ragazzo di 26 anni calabrese vorrei sapere se è prevista la “società sportiva dilettantistica (no profit) ” per aderire ai fondi del bando?
    La mia domanda è motivata dal fatto che nel bando viene indicata la voce persona fisica e prevede solo “ditta individuale o società”.

    Grazie in anticipo

    il 7 febbraio 2018 alle 15:36
    • Trovabando Rispondi

      Ciao Luca,
      ti ringraziamo per averci contattato!
      Purtroppo il bando non prevede questo tipo di possibilità, infatti dichiara: “è possibile avviare attività imprenditoriali di produzione di beni e servizi”.
      Puoi provare a cercare qualche bando per associazioni no profit: noi però non ce ne occupiamo.
      Ci dispiace molto.
      Buona serata.

      il 9 febbraio 2018 alle 16:03
  • Leo Rispondi

    Buonasera, siccome ho letto che il 35 % a fondo perduto viene dato dopo aver avviato l’attività, e quindi una volta sostenute le spese iniziali, volevo sapere se per cominciare il tutto e mettere le fondamenta ci viene erogata una parte del fondo/ prestito ( 65%). Grazie mille

    il 7 febbraio 2018 alle 0:04
    • Trovabando Rispondi

      Buonasera Leo,
      grazie mille per averci contattato!
      La procedura dovrebbe essere la seguente: dopo la pubblicazione dell’esito di valutazione delle domande, se risulterai beneficiario delle agevolazioni, potrai recarti in una delle banche convenzionate per richiedere il finanziamento agevolato.
      L’art. 10 del bando Resto al Sud, dichiara che:
      Il provvedimento di concessione individua l’iniziativa ammessa e l’ammontare delle agevolazioni, regola i tempi e le modalità per l’attuazione dell’iniziativa e per l’erogazione delle agevolazioni, riporta gli obblighi del soggetto beneficiario, i motivi di revoca e le eventuali condizioni da rispettare per il perfezionamento del provvedimento stesso o per l’erogazione delle agevolazioni concesse.
      Il Soggetto gestore trasmette al soggetto beneficiario, con comunicazione via PEC all’indirizzo indicato nella domanda di agevolazione, il provvedimento di concessione.”
      Speriamo di aver risolto i tuoi dubbi.
      Buona serata.

      il 9 febbraio 2018 alle 14:59
  • giuseppe Rispondi

    E’ possibile aprire una società di consulenza con resto al sud?

    il 6 febbraio 2018 alle 14:33
    • Trovabando Rispondi

      Ciao Giuseppe,
      grazie mille per averci contattato!
      Purtroppo le società di consulenza, appartenendo alla Sezione M della classificazione Ateco, sono esplicitamente escluse dal bando.
      Ci dispiace molto.
      Buona giornata.

      il 7 febbraio 2018 alle 12:17
  • domenico Rispondi

    E’ possibile l’apertura di una pasticceria con l’incentivo io resto al sud?

    il 5 febbraio 2018 alle 16:18
    • Trovabando Rispondi

      Ciao Domenico,
      si, ti confermiamo che l’apertura di una pasticceria è finanziabile con il bando Resto al Sud.
      Se hai bisogno di una mano per redigere la domanda faccelo sapere, scrivendo a info@trovabando.it

      il 5 febbraio 2018 alle 18:46
      • Mortelliti Jessica adele Rispondi

        Salve una azienda di animali tipo quelli in estinzione

        il 8 febbraio 2018 alle 23:26
        • Trovabando Rispondi

          Ciao Jessica,
          ti ringraziamo per averci contattato!
          Non ci è chiaro che tipo di attività vorresti avviare, puoi spiegarci meglio?
          Buona serata.

          il 12 febbraio 2018 alle 15:12
  • Alessandro Rispondi

    Salve .quindi se mi apro un panificio è produco io il pane rientro??

    il 5 febbraio 2018 alle 14:43
    • Trovabando Rispondi

      Ciao Alessandro,
      grazie mille per averci contattato!
      Ti confermiamo che un panificio che si occupa della produzione di prodotti di panetteria freschi con eventuale punto vendita, appartenendo alla Sezione C con codice Ateco 10.71, rientra tra le attività finanziabili.
      Se invece il pane, o qualsiasi altro prodotto, lo compri da un fornitore e lo rivendi, allora avresti soltanto un’attività commerciale, che invece sarebbe esclusa dal bando.
      Buona serata.

      il 6 febbraio 2018 alle 15:05
  • Clara Rispondi

    Salve,volevo sapere se si può avviare l’attivita’ (asilo nido) dopo l’erogazione del fondo perduto o bisogna dapprima investire parte del proprio capitale?

    il 5 febbraio 2018 alle 2:52
    • Trovabando Rispondi

      Ciao Clara,
      grazie mille per averci contattato!
      L’aiuto ti verrà concesso per il 65% come finanziamento agevolato, che riceverai in fase di avvio del progetto e che dovrai restituire nel tempo, mentre per il 35% come contributo a fondo perduto.
      Il contributo a fondo perduto, funziona sempre come restituzione dei soldi che hai speso, non come anticipo: perciò per questo 35% dell’aiuto dovrai prima investire del capitale proprio.
      Speriamo di aver risolto i tuoi dubbi.
      Buona serata.

      il 6 febbraio 2018 alle 14:56
  • Massimo Rispondi

    Salve, vorrei aprire un albergo, con un minimo 25 camere, con ristorante , bar e giardino, rientro dentro hai fondi? Cosa devo fare per richiederlo? Grazie tanto
    Massimo Papa

    il 4 febbraio 2018 alle 16:42
    • Trovabando Rispondi

      Ciao Massimo,
      grazie mille per averci contattato!
      Ti confermiamo che l’apertura di un albergo rientra tra le attività finanziabili.
      Per richiedere i contributi dovrai:
      – registrarti sul sito di Invitalia
      – consultare, scaricare, e compilare la modulistica (tra cui il business plan)
      – disporre di firma digitale e PEC.
      Trovi tutte le informazioni sulla pagina dedicata del sito di Invitalia.
      Ti ricordiamo che possiamo supportarti nella presentazione della domanda o nella redazione del business plan, e che qualora volessi il nostro aiuto puoi scrivere ad info@trovabando.it, scrivendo nell’oggetto “Richiesta supporto per Resto al Sud”.
      Speriamo di aver risolto i tuoi dubbi.
      Buona serata.

      il 6 febbraio 2018 alle 14:33
  • Marty Rispondi

    Salve,
    ma Con resto al sud, si possono aprire anche Franchising ad esempio di palestre?

    il 3 febbraio 2018 alle 17:28
    • Trovabando Rispondi

      Ciao Marty,
      grazie mille per averci contattato!
      L’attività “gestione di palestre” appartiene alla Sezione R con codice Ateco 93.13, e rientra tra quelle ammissibili.
      Per quanto riguarda il franchising, invece, secondo quanto stabilito nel paragrafo 6.3 della Circolare attuativa 000033, “non sono ammissibili alle agevolazioni le spese effettuate mediante il cosiddetto “contratto chiavi in mano”, ossia i contratti che il soggetto beneficiario sottoscrive con un general contractor il quale esterna o realizza a sua volta la progettazione, acquista dai suoi fornitori i macchinari, contratta direttamente con le imprese di costruzione per la realizzazione di opere edili.”
      Nella maggior parte dei casi, quindi, non è possibile avviare un’attività da affiliati ad un franchising. Ti consigliamo di verificare il tipo di contratto che andresti a firmare con il franchisor (casa madre).
      Buona serata.

      il 7 febbraio 2018 alle 11:23
  • Devis Rispondi

    Salve,
    Io vorrei aprire un attività accessoria al bar, ristorante, pizzeria etc….
    Bicchieri per l’acqua, da caffè, tovaglioli sacchetti, cartoni per le pizze, tovagliolini, piatti e cosi via tutto ciò che può servire a queste aziende.
    Grazie in anticipo della risposta

    il 3 febbraio 2018 alle 12:01
    • Trovabando Rispondi

      Ciao Devis,
      purtroppo il commercio non rientra tra le attività ammesse per Resto al Sud, mi dispiace 🙁

      il 5 febbraio 2018 alle 9:03
  • Gaetano Rispondi

    Salve volevo sapere se oltre àprire una gelateria sarebbe possibile aprire anche un bar all’interno della gelateria cioè 2 cose in una

    il 3 febbraio 2018 alle 9:51
    • Trovabando Rispondi

      Ciao Gaetano,
      grazie mille per averci contattato!
      Sia la gelateria che il bar, essendo attività appartenenti al settore della ristorazione, possono essere finanziate tramite il bando Resto al Sud.
      Quindi se intendi aprire una sola impresa che gestisce tutte e due le attività, nello stesso locale, puoi farlo.
      Buona giornata.

      il 5 febbraio 2018 alle 18:47
    • Alessandro Rispondi

      Salve volevo sapere se ci si può aprire un locale da sera, tipo una discoteca .

      Grazie per la risposta

      il 9 febbraio 2018 alle 10:09
      • Trovabando Rispondi

        Ciao Alessandro,
        grazie mille per averci contattato!
        Ti confermiamo che le attività riguardanti le discoteche, appartenendo alla Sezione R con codice Ateco 93.29.10, rientrerebbero tra quelle finanziabili dal bando.
        Buona serata.

        il 12 febbraio 2018 alle 15:19
  • Antonella Rispondi

    Buonasera, io vorrei aprire un laboratorio di integratori e prodotti cosmetici a partire dalle materie prime che offre il territorio in cui risiedo. È previsto questo tipo di attività tra gli incentivi di Resto al Sud? Grazie.

    il 3 febbraio 2018 alle 1:24
    • Trovabando Rispondi

      Buonasera Antonella,
      grazie mille per averci contattato!
      La fabbricazione di prodotti cosmetici è un’attività classificata nella Sezione C con codice Ateco 20.42, e non rientra tra le attività escluse dal bando.
      La produzione di integratori alimentari è un’attività classificata nella Sezione C, tra le industrie alimentari, con codice Ateco 10.86, e non rientra tra le attività escluse dal bando.
      Ammesso che tu abbia tutti gli altri requisiti per partecipare, potrai aprire queste nuove attività grazie a Resto al Sud.
      Buona serata.

      il 5 febbraio 2018 alle 18:39
  • Valentina Rispondi

    Salve, vorrei realizzare un B&B ecologico al 100% con abitazioni in Yurta ed effettuare non solo la prima colazione ma anche pranzo e cena tutto a kilometro zero, con varie attività di svago per i nostri clienti. Vorrei sapere se è possibile avere gli incentivi con resto al sud.

    il 31 gennaio 2018 alle 17:48
    • Trovabando Rispondi

      Ciao Valentina,
      grazie mille per averci contattato!
      Assolutamente sì, la realizzazione di un b&b è tra le attività finanziabili.
      Ti consigliamo di controllare bene quali spese puoi coprire con il bando (ristrutturazione, macchinari, impianti, ecc.).
      Ti ricordiamo che se hai bisogno di un supporto per partecipare puoi scrivere ad info@trovabando.it.
      Buona serata.

      il 1 febbraio 2018 alle 16:43
  • Enrico Rispondi

    Salve. Vorrei sapere se aprire un panificio rientra nel bando di resto al sud. Grazie mille

    il 31 gennaio 2018 alle 17:07
    • Trovabando Rispondi

      Ciao Enrico,
      grazie mille per avercelo chiesto!
      Se il tuo panificio avrà codice Ateco 10.71 appartenente alla Sezione C, e quindi tu produci il pane, allora sì.
      Se invece il pane lo rivendi soltanto, avrai un codice Ateco che appartiene alla Sezione G, relativa al commercio, e quindi non sarà un’attività ammissibile.
      Buona giornata.

      il 1 febbraio 2018 alle 12:10
  • Carlo Rispondi

    Salve
    Vorrei chiederle se con il prestito ”resto al sud” è possiile aquistare un attivita gia avviata(ristorante) e se l attrezzatura da acquistare per inserirla all interno puo essere di seconda mano quindi non nuova .
    grazie

    il 30 gennaio 2018 alle 22:02
    • Trovabando Rispondi

      Ciao Carlo,
      ti ringraziamo per averci contattato!
      L’acquisto di un’attività già avviata purtroppo non rientra tra le spese ammesse al bando.
      Anche per quanto riguarda l’attrezzatura, così come per macchinari e impianti, risultano ammissibili soltanto i beni nuovi di fabbrica.
      Buona serata.

      il 31 gennaio 2018 alle 17:49
  • Michele Rispondi

    Salve io vorrei chiedere un informazione . Io mi vorrei acquistare un azienda già avviata che si occupa del trasporto di acqua potabile con camion con autobotti ,vorrei sapere se il bando resta al sud comprende questo settore ?

    il 29 gennaio 2018 alle 14:24
    • Trovabando Rispondi

      Ciao Michele,
      grazie mille per avercelo chiesto!
      Il trasporto di acqua potabile dovrebbe appartenere alla sezione H con codice ateco 49.41, perciò rientra tra le attività ammissibili al bando Resto al Sud.
      Buona giornata.

      il 30 gennaio 2018 alle 13:06
  • Luca Rispondi

    Salve io vorrei avviare una sala per feste
    Per bambini, questo tipo
    Di attività rientrerebbe nel bando resto al sud? Grazie

    il 28 gennaio 2018 alle 23:20
    • Trovabando Rispondi

      Ciao Luca,
      l’attività di “organizzazione feste e cerimonie” ha il codice Ateco 96.09.05, appartenente alla sezione S.
      Perciò come tipo di attività risulterebbe ammissibile al bando Resto al Sud.
      Buona giornata.

      il 29 gennaio 2018 alle 11:50
  • Rox Rispondi

    Buona sera,
    il bando è applicabile per apertura di palestre come Associazione Sportiva Dilettantistica? Senza Partita Iva?

    il 26 gennaio 2018 alle 22:09
    • Trovabando Rispondi

      Salve Roxy,
      assolutamente no. Il bando Resto al Sud è dedicato alle PMI ovvero alla costituzione di società o ditte individuali e non è indicato per le ASD senza partita iva.

      Naturalmente qualora intenda aprire una palestra con una forma societaria compatibile con il bando (e che non sia quella della ASD) siamo a disposizione per supportarla nella redazione di tutta la documentazione necessaria per richiedere questa agevolazione.
      La invito, quindi a scrivere all’indirizzo info@trovabando.it indicando tutte le informazioni relative al suo progetto.
      Buona giornata,
      il team di Trovabando

      il 29 gennaio 2018 alle 9:55
  • Matteo Rispondi

    Buongiorno sono Matteo un cinquantenne che vorrebbe avviare una startup come ditta individuale nel settore del commercio edile dove posso trovare un finanziamento adatto a me per restare al Sud?

    il 26 gennaio 2018 alle 11:56
    • Trovabando Rispondi

      Ciao Matteo,
      per le aziende costituende come la tua possiamo identificare insieme il ventaglio delle agevolazioni possibili in soli 3 giorni lavorativi, a fronte di un piccolo contributo che remunera il lavoro del consulente che ti supporterà in questa fase.
      Se vuoi approfondire, scrivici a info@trovabando.it raccontandoci il tuo progetto, saremo lieti di aiutarti!

      il 29 gennaio 2018 alle 19:13
  • antonella Rispondi

    Buongiorno,
    vorrei informazioni riguardo al bando resto al sud. Un cliente sarebbe interessato ad avviare un caseificio ma tra i preventivi ci sarebbe l’installazione di pannelli solari per il risparmio energetico. Potrebbe rientrare tra i finanziamenti ammissibili o è vista come attività agricola? Ha qualche guida che mi aiuti nella compilazione della domanda? Grazie anticipatamente per l’aiuto
    Cordiali saluti

    il 25 gennaio 2018 alle 11:55
    • Trovabando Rispondi

      Ciao Antonella,
      per favore dacci qualche informazione in più scrivendoci a info@trovabando.it, saremo lieti di supportare il tuo cliente nella presentazione della domanda!

      il 25 gennaio 2018 alle 18:11
  • Marco Rispondi

    Ciao. Volevo sapere dove posso trovare le attività finanziabili dal bando “Resto al Sud”.
    Ho visto che avete fatto un ventaglio di attività apribili, dove le avete trovate?
    C’è un modo (un link, una tabella) per confrontare le attività Ateco con quelle finanziabili da “Resto al Sud”?

    il 25 gennaio 2018 alle 11:39
    • Trovabando Rispondi

      Ciao Marco,
      tutte le informazioni che forniamo sono pubbliche e liberamente accessibili a tutti.
      Nel caso specifico abbiamo semplicemente letto a fondo il bando di Invitalia e cercato di dare qualche suggerimento utile ai nostri visitatori 🙂

      il 25 gennaio 2018 alle 12:23
    • gresa Rispondi

      Salve, ho letto che gli odontoiatri non possono accedere al bando in oggetto, tuttavia cercando quali sono le attività professionali ho trovato questo: https://www.istat.it/it/files/2011/03/metenorme09_40classificazione_attivita_economiche_2007.pdf

      pare che sia esclusa tutta la sezione M, ma non la sezione Q, ossia relativa all’assistenza sanitaria alle persone e di conseguenza agli odontoiatri.
      E’ possibile ritenere valida questa considerazione? Intanto attendo lumi da Invitalia.

      il 26 gennaio 2018 alle 0:09
      • Trovabando Rispondi

        Ciao Gresa,
        grazie mille per avercelo chiesto!
        Ti possiamo confermare che è esclusa tutta la sezione M, ed è invece inclusa tutta la sezione Q.
        L’attività di odontoiatra appartiene alla sezione Q (codice 86.23), quindi è ammissibile al bando.
        A breve aggiorneremo il nostro articolo 😉
        Quando ti risponde Invitalia ci puoi far sapere?
        Soltanto per curiosità…dove hai letto che gli odontoiatri non possono accedere?
        Probabilmente l’equivoco nasce dal fatto che sono escluse le attività libero professionali (scrive Invitalia), ma non alcuni dei codici Ateco associati a queste attività (sezione Q).
        Buona serata.

        il 26 gennaio 2018 alle 16:26

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *