Seleziona una pagina

U…come ULA: Unità Lavorative Annue

Che cosa sono le ULA e come si calcolano? Scopri come calcolare gli effettivi della tua azienda con la nuova puntata del Glossario di Finanza Agevolata! 

27 Set, 2017

Se stai partecipando ad un bando pubblico o hai richiesto in passato contributo a fondo perduto, un finanziamento agevolato o qualsiasi altra agevolazione pubblica, sicuramente ti sarai imbattuto nel termine “ULA” o “Effettivi“. Ma che cosa si nasconde dietro questa sigla? Vediamolo insieme!

Che cosa sono le ULA?

Per ULA, o “effettivi”, si intendono le c.d unità lavorative annue (ULA), cioè il numero complessivo di occupati in un anno all’interno di un’impresa.

Per occupati si intendono i dipendenti dell’impresa (sia a tempo determinato o indeterminato), iscritti nel libro matricola dell’impresa e legati all’impresa da forme contrattuali che prevedono il vincolo di dipendenza. Fanno eccezione i dipendenti posti in cassa integrazione straordinaria.

Si considerano dipendenti dell’impresa anche gli imprenditori individuali, e i soci che svolgono attività regolare nell’impresa e percepiscono un compenso per l’attivita’ svolta, a patto che sia diverso da quello di partecipazione agli organi amministrativi della società.

Tra i dipendenti dell’impresa non sono conteggiati gli apprendisti, con contratto di apprendistato, e le persone con contratto di formazione o di inserimento.

Come si effettua il calcolo ULA?

Il calcolo delle ULA si effettua a livello mensile, considerando un mese l’attivita’ lavorativa prestata per piu’ di 15 giorni solari.

I dipendenti occupati part-time sono conteggiati come una frazione di unità lavorative, in misura proporzionale al rapporto tra le ore di lavoro previste dal contratto part-time e quelle fissate dal loro contratto collettivo di riferimento.

Facciamo un esempio.

Se ad esempio il dipendente Mario Rossi, il cui contratto di riferimento prevede l’effettuazione a tempo pieno di 36 ore settimanali, ha lavorato per 12 mesi con un part time di 18 ore settimanali, dovrà essere conteggiato come 0.5 ULA.

Questo valore deriva dal seguente calcolo:

(18 ore/36 ore) * (12 mesi lavorati/ 12 mesi annui) = 0.5 ULA

Se invece Mario Rossi, piuttosto che 18 ore settimanali, ne ha lavorate 24, dovremo conteggiarlo come:

(24 ore/36 ore) * (12 mesi lavorati/12 mesi annui) = 0.666 ULA

Qualora Mario Rossi, con un part time di 18 ore settimanali, abbia lavorato per un periodo inferiore ad un anno, il calcolo sarà il seguente:

(18 ore/36 ore) * (6 mesi lavorati/12 mesi annui)= 0.25 ULA

Naturalmente questo è il calcolo su un solo dipendente… per calcolare il numero di ULA della tua azienda, dovrai effettuare questo singolo calcolo per tutti i dipendenti della tua impresa, e sommare successivamente i valori.

E se non sono sicuro?

Calcolare il numero di ULA nel caso di un numero elevato di dipendenti, con forme contrattuali molto diverse, può non essere semplicissimo. Se hai dubbi sul conteggio, ti consiglio di chiedere aiuto al tuo consulente del lavoro, che ti potrà indicare il numero esatto grazie ai gestionali che utilizza per redigere le buste paga della tua azienda.

Tutto chiaro?

Non perderti tutti gli aggiornamenti del nostro Glossario per conoscere ogni giorno qualcosa di più sul mondo della Finanza Agevolata!

Sei alla ricerca dell’agevolazione giusta per la tua attività?
Concentrati solo sul tuo business, a trovare il bando giusto per te ci pensiamo noi!

Risparmia tempo e fatica

da Team Trovabando | 26 Ott, 2018

Articoli correlati

  • Rientrare tra i Beneficiari indicati dai bandi è una condizione necessaria per poter ottenere un'agevolazione. Scopriamo insieme chi sono!
  • Newco, ovvero New Company, ecco cosa significa veramente questo termine. Un nuovo articolo della rubrica dedicata al nostro glossario della finanza agevolata.
  • Leggi il nostro articolo per scoprire la definizione, la descrizione e qualche curiosità sulle Micro, Piccole e Medie Imprese (MPMI), per capire in quale categoria rientra la tua impresa.
>