Seleziona una pagina

Regione Lombardia – Contributo a fondo perduto fino a 15.000 euro alle micro, piccole e medie imprese lombarde che prendano parte a una manifestazione fieristica internazionale in Lombardia entro il 31 dicembre 2022.

11 Ago, 2021

Scheda agevolazione

Il bando prevede la concessione di contributi a fondo perduto per sostenere la partecipazione delle micro, piccole e medie imprese alle manifestazioni fieristiche di livello internazionale che si svolgono in Lombardia.

Possono richiedere il contributo le micro, piccole e medie imprese (MPMI) che abbiano una sede operativa attiva in Lombardia.

E’ possibile ricevere fino a un massimo di 15.000 euro, per un’intensità di aiuto variabile fra il 40 e il 70% delle spese ammissibili.

Sono ammissibili i costi per la Partecipazione alla fiera, le Consulenze propedeutiche alla partecipazione e per la gestione dei follow op, le spese di comunicazione relative alla fiera, le spese di personale e le spese generali.

Il nuovo Bando per la concessione di contributi per la partecipazione delle PMI alle fiere internazionali in Lombardia a creare occasioni di incontro tra imprenditori italiani ed esteri per favorire l’attrazione di investimenti, la promozione di accordi commerciali e altre iniziative attive di informazione e promozione.

I contributi saranno concessi per la partecipazione a una o più fiere di livello internazionale, fra quelle inserite nel calendario fieristico approvato da Regione Lombardia, purché abbiano luogo entro il 31 dicembre 2022.

 

A chi è rivolta l’agevolazione?

Possono richiedere il contributo tutte le micro, piccole e medie imprese che abbiano sede operativa attiva in Lombardia, con l’esclusione di quelle che operano nel settore della fabbricazione, trasformazione e commercializzazione del tabacco e dei prodotti del tabacco.

Ovviamente sarà necessario essere in regola con le varie normative, con il DURC e non risultare imprese in difficoltà alla data del 31/12/2019.

È ammessa solo la partecipazione come espositore diretto, titolare dell’area espositiva, mentre non è ammessa la partecipazione come co-espositore o impresa rappresentata.

Quali spese possono essere finanziate?

Vediamo ora nel dettaglio, per ogni categoria, tutte le spese che potranno essere oggetto del contributo: comprendono davvero quasi tutti i costi che dovranno essere sostenuti!

  1. Costi di partecipazione. Rientrano in questa tipologia di costi:
    • Affitto dell’area espositiva
    • Quote di iscrizione, quote per servizi assicurativi e altri oneri obbligatori previsti dalla manifestazione
    • Allestimento stand
    • Allacciamenti ad energia elettrica, acqua, internet, ecc. e pulizia dello stand
    • Iscrizione al catalogo della manifestazione
    • Hostess e interpreti impiegati allo stand
  2. Consulenze propedeutiche alla partecipazione e per la gestione dei follow up di contatti e relazioni instaurate durante la fiera; spese di comunicazione relative alla fiera, con limite del 20% delle spese di cui al punto 1. Più nel dettaglio si tratta di:
    • Consulenze per la progettazione dello stand
    • Consulenze per ricerca partner e organizzazione di incontri in fiera
    • Consulenze relative alla contrattualistica con l’estero, dogane e fiscalità estera, pagamenti e trasporti internazionali
    • Spese di comunicazione  per brochure e materiali promozionali, anche in forma digitale
    • Spese di comunicazione per pubblicità e marketing in fiera e sui canali online
  3. Costi di personale, che verranno conteggiati in maniera forfettaria come il 20% delle spese ai punti 1. e 2.
  4. Costi generali, anch’essi riconosciuti in modo forfettario e calcolati come il 7% di tutte le precedenti voci di spesa.

E’ importante sottolineare però che non saranno ammissibili progetti con spese inferiori a € 6.000.

Quanto posso ricevere?

La percentuale di contributo che è possibile ricevere varia in base ad alcuni parametri: intanto, si fa una distinzione fra nuovi espositori ed espositori abituali.

Poi si considera il numero di fiere a cui si intende partecipare, comprendendo anche le stesse edizioni di una stessa fiera: chi parteciperà a più di un evento otterrà un beneficio maggiore. Infine, sono previste premialità per le microimprese o per le startup costituite da meno 24 mesi.

Cerchiamo di capire meglio.

Si considera Nuovo espositore l’impresa che, in relazione a tutte le fiere indicate nel proprio progetto, non abbia partecipato alle precedenti 3 edizioni (per fiere a cadenza annuale o inferiore) o alle precedenti 2 edizioni (per fiere con cadenza biennale o superiore). Negli altri casi, si è considerati espositore abituale, anche se le partecipazioni si riferiscono a una sola delle fiere indicate nel progetto.

I nuovi espositori potranno ottenere:

  • 50% delle spese ammissibili, se partecipano a una sola fiera
  • 60% delle spese ammissibili, se partecipano a più fiere o a diverse edizioni di una stessa fiera
  • In ogni caso il contributo massimo concedibile è di 15.000 euro

Gli espositori abituali riceveranno invece un contributo pari al

  • 40% delle spese ammissibili, per la partecipazione a una sola fiera
  • 50% delle spese ammissibili, per la partecipazione a più fiere o a diverse edizioni di una stessa fiera
  • In ogni caso, l’importo massimo concedibile è di 10.000 euro

Sono poi previste le seguenti premialità (cumulabili fra loro):

  • Per le microimprese il contributo è maggiorato del 5%
  • Per le startup attive da non più di 24 mesi il contributo è maggiorato del 5%.

L’intensità di aiuto massima concedibile risulta pertanto pari al 70% delle spese ammissibili per i nuovi espositori e al 60% per gli espositori abituali.

L’agevolazione sarà erogata in un’unica tranche, a saldo a conclusione del progetto e a fronte della rendicontazione delle spese sostenute.

 

Come e quando presentare la domanda?

 

La domanda può essere presentata a partire dal 15 luglio 2021 ed è importante ricordare che che andrà presentata almeno 30 giorni prima dell’inizio della prima fiera inserita nel proprio progetto.

Regione Lombardia sospenderà lo sportello qualora la somma dei contributi richiesti con le domande pervenute superi  del 25% la dotazione finanziaria iniziale di 4.200.000 euro.

La richiesta va inoltrata in via telematica tramite il sito Bandi Online e deve includere:

  • Richiesta di agevolazione, generata automaticamente dal sistema informatico
  • Scheda progetto (facsimile scaricabile dal sistema)
  • Budget di progetto (facsimile scaricabile dal sistema)
  • Modulo di verifica della dimensione d’impresa (facsimile scaricabile dal sistema)
  • Eventuale Certificazione di responsabilità sociale d’impresa SA 8000, qualora l’impresa richiedente abbia dichiarato di possedere tale requisito di premialità
  • Eventuale Dichiarazione sostitutiva per soggetti che non hanno posizione INPS/INAIL

 

Beh, adesso non ti resta che scegliere le fiere più adatte al tuo business!

Se vuoi saperne di più su questo bando, clicca sul pulsante arancione qui sotto e scopri come possiamo aiutarti!

>