Seleziona una pagina

Scheda agevolazione

Fondo impresa donna è un incentivo che ha l’obiettivo di sostenere l’avvio e lo sviluppo dell’imprenditoria femminile
Possono beneficiare dell’agevolazione le imprese femminili, già costituite o di nuova costituzione.
Le risorse destinate al Fondo Imprenditoria Femminile ammontano a 40 milioni di euro.
L’agevolazione finanzia i progetti per la costituzione e l’avvio di una nuova impresa femminile.
L’incentivo prevede  finanziamento agevolato e contributo a fondo perduto fino all’80% delle spese ammissibili.

Sei un’imprenditrice o una lavoratrice autonoma? Vuoi creare una nuova realtà imprenditoriale al femminile o far crescere un’impresa già attiva? Ci sono ottime notizie per te.

Nel decreto pubblicato il 14 dicembre 2021 in Gazzetta Ufficiale, è stato istituito il nuovo fondo a sostegno dell’imprenditoria femminile: parliamo di 40 milioni di euro stanziati per il 2022 e altre risorse complementari in arrivo dal Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza (PNRR).

Vediamo insieme quali sono le agevolazioni e gli strumenti di supporto pensati per favorire l’imprenditoria femminile.

Se hai bisogno di scoprire cosa si intende per impresa femminile, ti consiglio di dare un’occhiata all’articolo del nostro glossario.

Fondo impresa donna: requisiti

Possono richiedere le agevolazioni le imprese femminili di qualsiasi dimensione, con sede legale e operativa in Italia.

Ricordati che potrai richiedere gli incentivi se rientri in una di queste categorie:

  • Sei una lavoratrice autonoma (e possiedi la partita IVA da almeno 12 mesi);
  • Hai un’impresa già costituita (da almeno 12 mesi);
  • Vuoi costituire una nuova impresa femminile.

Nello specifico, le agevolazioni saranno concesse sulla base di due linee di azione:

a. incentivi per la nascita e lo sviluppo delle imprese femminili;
b. incentivi per lo sviluppo e il consolidamento delle imprese femminili.

 

Fondo impresa donna: l’agevolazione

Le agevolazioni sono concesse sotto forma di contributi a fondo perduto e finanziamento agevolato, che possono essere utilizzati anche in combinazione tra loro.

Il finanziamento, della durata massima di 8 anni, è a tasso zero e non ha bisogno di garanzie.

La forma e la misura delle agevolazioni sono articolate in funzione delle linee di azione e dell’ammontare delle spese ammissibili. Scopriamole subito!

a. Incentivi per la nascita e lo sviluppo delle imprese femminili

Se vuoi creare e sviluppare un’impresa femminile, potrai beneficiare di un contributo a fondo perduto un importo massimo pari al:

  • 80% delle spese ammissibili (fino a un massimo di € 50.000) per spese ammissibili inferiori a € 100.000;
  • 50% delle spese ammissibili (superiori a € 100.000) per spese ammissibili superiori a € 100.000 e fino a € 250.000.

b. Incentivi per lo sviluppo e il consolidamento delle imprese femminili

Se, invece, hai già un’impresa femminile e desideri svilupparla e consolidarla, avrai a disposizione due tipologie di agevolazioni: il contributo a fondo perduto e il finanziamento agevolato.

Ancora una volta, le agevolazioni sono articolate a seconda del tipo di beneficiario. Se la tua impresa:

  • E’ costituita da meno di 36 mesi alla data di presentazione della domanda di agevolazione, le agevolazioni sono concesse fino a copertura dell’80% delle spese ammissibili, in egual misura in forma di contributo a fondo perduto e in forma di finanziamento agevolato;
  • E’ costituita da più di 36 mesi alla data di presentazione della domanda di agevolazione, le agevolazioni sono concesse in relazione alle spese di investimento, mentre le esigenze di capitale circolante costituenti spese ammissibili sono agevolate nella forma del contributo a fondo perduto.

Ma c’è di più! In aggiunta a tali agevolazioni, sono previsti servizi di assistenza tecnico-gestionale, fino all’importo massimo di € 5.000 per impresa, che potrai usufruire in parte attraverso servizi erogati dal Soggetto gestore, in parte sotto forma di voucher per l’acquisto di servizi specialistici presso terzi.

Ma quali sono le spese ammissibili?

Potrai richiedere l’agevolazione per sostenere progetti realtivi all’avvio e la costituzione di una nuova impresa femminile, oppure per il suo sviluppo e consolidamento, nei seguenti settori ammissibili:

  • produzione di beni nei settori dell’industria, dell’artigianato e della trasformazione dei prodotti agricoli;
  • fornitura di servizi, in qualsiasi settore;
  • commercio e turismo.

Tieni a mente, tuttavia, che le iniziative dovranno essere realizzate entro 24 mesi dalla data di trasmissione del provvedimento di concessione delle agevolazioni.

Anche le spese ammissibili dovranno essere:

  • non superiori a € 250.000 per la costituzione e l’avvio di una nuova impresa femminile;
  • non superiori a € 400.000 per lo sviluppo e il consolidamento di imprese femminili.

Sono considerate spese ammissibili anche spese relative a immobilizzazioni materiali e immateriali, servizi cloud funzionali ai processi portanti della gestione aziendale, personale dipendente ed esigenze di capitale circolante.

Quando puoi presentare la domanda per accedere al Fondo impresa donna?

Ancora non conosciamo le date di apertura dei termini e le modalità per la presentazione delle domande di agevolazione, ma saranno definite a breve dal Ministero dello Sviluppo Economico con successivo provvedimento.

Puoi compilare la domanda di aiuto esclusivamente per via elettronica, utilizzando la procedura informatica che sarà messa a disposizione nel sito internet del Soggetto gestore, www.invitalia.it

Spero di averti dato una serie di informazioni utili per capire se puoi partecipare al Fondo imprenditoria femminile. Naturalmente se vuoi saperne di più su questa agevolazione, clicca sul pulsante arancione qui sotto e scopri come possiamo aiutarti!

>