Seleziona una pagina

Scheda agevolazione

Fondo impresa donna è un incentivo che ha l’obiettivo di sostenere l’avvio e lo sviluppo dell’imprenditoria femminile
Possono beneficiare dell’agevolazione le imprese femminili, già costituite o di nuova costituzione.

Le risorse destinate al Fondo Imprenditoria Femminile ammontano a 200 milioni di euro.

L’agevolazione finanzia i progetti per la costituzione e l’avvio, ma anche lo sviluppo di una impresa femminile.

L’incentivo prevede  finanziamento agevolato e contributo a fondo perduto con copertura massima fino all’80% delle spese ammissibili.

Sei un’imprenditrice o una lavoratrice autonoma? Vuoi creare una nuova realtà imprenditoriale al femminile o far crescere un’impresa già attiva? Ci sono ottime notizie per te.

Nel decreto pubblicato il 14 dicembre 2021 in Gazzetta Ufficiale, è stato istituito il nuovo fondo a sostegno dell’imprenditoria femminile: parliamo di 200 milioni di euro stanziati per il 2022 e altre risorse complementari dal Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza (PNRR).

Se vuoi sapere cos’è il Pnrr in sintesi, ti suggerisco di guardare l’articolo del nostro blog.

Vediamo insieme quali sono le agevolazioni e gli strumenti di supporto pensati per favorire l’imprenditoria femminile.

Prima di cominciare, se hai bisogno di scoprire cosa si intende per impresa femminile, ti consiglio di dare un’occhiata all’articolo del nostro glossario.

Fondo impresa donna: requisiti

Possono richiedere le agevolazioni le imprese femminili di qualsiasi dimensione, già costituite o di nuova costituzione, con sede legale e operativa in Italia.

Ricordati che potrai richiedere per la tua impresa femminile se rientri in una di queste categorie:

  • cooperative o società di persone con almeno il 60% di donne socie;
  • società di capitali con quote e componenti degli organi di amministrazione per almeno i due terzi di donne;
  • imprese individuali con titolare donna;
  • lavoratrici autonome con partita IVA.

Anche le persone fisiche possono presentare domanda di finanziamento, con l’impegno di costituire una nuova impresa femminile dopo l’eventuale ammissione alle agevolazioni.

 

Fondo imprese femminili: l’agevolazione

Le agevolazioni sono concesse sotto forma di contributi a fondo perduto e finanziamento agevolato a tasso zero, che variano a seconda delle caratteristiche dell’impresa e dell’ammontare si spesa.

Gli incentivi finanziano programmi di investimento per l’avvio o lo sviluppo delle imprese femminili da realizzare in 24 mesi.

La forma e la misura delle agevolazioni sono articolate in funzione delle linee di azione e dell’ammontare delle spese ammissibili:

  1. Agevolazioni per la nascita di nuove imprese femminili;
  2. Agevolazioni per lo sviluppo e il consolidamento di imprese femminili già costituite.

1) Agevolazioni per la nascita di nuove imprese femminili

Se sei una libera professionista e vuoi costituire una nuova impresa (oppure la tua impresa è stata costituita da meno di 12 mesi), puoi presentare progetti d’investimento fino a € 250.000.

L’agevolazione mette a disposizione un contributo a fondo perduto che varia in funzione della dimensione del progetto:

 

  • per progetti fino a € 100.000, l’agevolazione copre fino all’80% delle spese (o fino al 90% per donne disoccupate) entro un tetto massimo di € 50.000;
  • per progetti fino a € 250.000, l’agevolazione copre il 50% delle spese, fino a un massimo di € 125.000.

2) Agevolazioni per lo sviluppo di imprese già costituite

Se, invece, hai già un’impresa femminile e desideri svilupparla e consolidarla, avrai a disposizione un mix di contributo a fondo perduto finanziamento agevolato a tasso zero (da rimborsare in ben 8 anni!), il tutto con una copertura fino all’80% delle spese ammissibili, per un massimo di €320.000.

Ancora una volta, le agevolazioni sono articolate a seconda del tipo di beneficiario. Se la tua impresa:

  • E’ costituita da meno di 36 mesi, le agevolazioni sono concesse fino a copertura dell’80% delle spese ammissibili, con un 50% di contributo a fondo perduto e 50% di finanziamento agevolato;
  • E’ costituita da più di 36 mesi, le agevolazioni sono concesse in relazione alle spese di investimento, mentre le esigenze di capitale circolante sono agevolate nella forma del contributo a fondo perduto.

Ma c’è di più! In aggiunta a tali agevolazioni, sono previsti servizi di assistenza tecnico-gestionale, fino all’importo massimo di € 4.000 per impresa, che potrai usufruire in parte attraverso servizi erogati dal Soggetto gestore, in parte sotto forma di voucher per l’acquisto di servizi specialistici presso terzi.

Ma quali sono le spese ammissibili?

Potrai richiedere l’agevolazione per sostenere progetti realtivi all’avvio e la costituzione di una nuova impresa femminile, oppure per il suo sviluppo e consolidamento, nei seguenti settori:

  • industria, dell’artigianato e della trasformazione dei prodotti agricoli;
  • fornitura di servizi, in qualsiasi settore;
  • commercio e turismo.

Tieni a mente, tuttavia, che le iniziative dovranno essere realizzate entro 24 mesi dalla data di trasmissione del provvedimento di concessione delle agevolazioni.

Vediamo ora quali sono le spese ammissibili che potrai agevolare con il Fondo impresa femminile 2022:

 

  1. Beni materiali: macchinari, impianti, attrezzature, opere edili (ristrutturazioni) per un max 30% di tutto il piano di spesa.
  2. Beni immateriali: software, consulenze/ know capitalizzabili, brevetti, licenze, marchi.
  3. Servizi in cloud: funzionali ai processi portanti della gestione aziendale.
  4. Personale dipendente: assunto – a tempo determinato o indeterminato – dopo la data di presentazione della domanda e impiegato nella realizzazione dell’iniziativa agevolata.
  5. Capitale circolante

Quando puoi presentare la domanda per accedere al Fondo impresa donna?

La presentazione della domanda prevede una prima fase di compilazione e un successivo invio della stessa da effettuare sulla piattaforma on line di Invitalia, che verrà attivata nelle date di apertura dello sportello.

Lo sportello verrà infatti aperto in due fasi successive:

Per le nuove imprese:

  • compilazione della domanda: dalle ore 10.00 del 5 maggio 2022
  • presentazione della domanda: dalle ore 10.00 del 19 maggio 2022

Per le imprese avviate:

  • compilazione della domanda: dalle ore 10.00 del 24 maggio 2022
  • presentazione della domanda: dalle ore 10.00 del 7 giugno 2022

Per accedere alla piattaforma web di Invitalia è necessario essere in possesso di una identità digitale (SPID, CNS, CIE). Inoltre, è importante assicurarsi di disporre di una firma digitale e di un indirizzo di posta elettronica certificata (PEC) del legale rappresentante della società già costituita al momento della presentazione, oppure della persona fisica (in qualità di socio o soggetto referente) della società costituenda.

Vuoi scoprire quanto ti spetta dal Fondo impresa femminile? Clicca il tasto arancione qui in basso e compila il nostro form!

>