FAICredito: Fondo Abbattimento Interessi

faicredito-fondo-abbattimento-interessi

Condividi subito la news sui tuoi Social!

FAICredito è il bando di Regione Lombardia e Unioncamere Lombardia che eroga contributi a fondo perduto per l’abbattimento del tasso di interesse applicato a finanziamenti bancari richiesti per operazioni di liquidità e, nel caso di intervento dei Confidi, anche per ridurre i costi della garanzia.

Indice

Avviso: il bando è stato chiuso il 10 ottobre 2020. Se vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità di finanza agevolata clicca qui!

Faicredito: contributi in conto interesse su finanziamenti fra 10.000 e 100.000 euro.

Per fronteggiare la crisi di liquidità conseguente alle misure di sicurezza messe in atto per contenere l’emergenza Covid-19, la Regione Lombardia e le  lombarde hanno attuato una misura rivolta alle micro,  del territorio: FAICredito.

Cosa prevede l’agevolazione?

Con FAICredito è possibile ricevere un contributo in conto interessi, cioè un contributo a fondo perduto destinato ad abbattere il tasso di interesse su finanziamenti richiesti per esigenze di liquidità.

E’ inoltre previsto un ulteriore contributo a copertura del costo della garanzia, compresi i costi di istruttoria,per le pratiche presentate tramite i Consorzi Fidi, che si impegnano ad applicare tariffe calmierate sulle operazioni oggetto di agevolazione.

I finanziamenti però devono presentare alcune caratteristiche ben precise:

  • Essere destinati a operazioni di liquidità per far fronte all’attuale situazione di emergenza;
  • Importo compreso fra 10.000 e 100.000 euro (in realtà il  può essere di importo superiore, ma 100.000 euro è la cifra massima su cui verrà calcolato il contributo)
  • Durata del finanziamento da 12 a 36 mesi;
  •  Data di stipula: dopo il 24 febbraio 2020;
  • Tasso d’interesse applicato non superiore al 5%.

Chi può richiedere il contributo?

Possono presentare la domanda di contributo le micro, piccole e medie imprese di tutti i settori economici che, al momento dell’erogazione del contributo, abbiano sede legale e/o operativa iscritta e attiva al Registro Imprese di una delle Camere di Commercio della Lombardia.

Sarà necessario inoltre essere in regola con il pagamento del diritto camerale, rispettare la normativa antimafia, non avere forniture in essere con una delle Camere di Commercio lombarde e non trovarsi in uno stato previsto dal “Codice della crisi di impresa e dell’” o in  volontaria.

Quanto posso ricevere?

Il tasso massimo agevolabile è del 3% ed è possibile ricevere un contributo massimo di 5.000 euro.

Inoltre, alle imprese che presentano domanda per il tramite di un , è riconosciuta una copertura del 50% dei costi di garanzia (compresi costi di istruttoria), fino ad un valore massimo di 1.000 euro.

Come posso accedere al contributo?

Ci sono due possibilità per presentare la domanda di contributo:

  1.  in modo diretto, dopo aver ottenuto il finanziamento bancario, seguendo la procedura telematica;
  2. tramite il Confidi che ha concesso la garanzia all’impresa.

Quando è possibile presentare la domanda?

Le domande di contributo devono essere presentate a partire dalle ore 10.00 del 29 aprile 2020 ed entro le ore 12.00 del 30 ottobre 2020, ma il  potrebbe anche chiudere prima nel caso in cui le richieste dovessero superare del 10% la dotazione finanziaria, che nel suo complesso è di € 11.600.000 (ma ogni Camera di Commercio ha stanziamenti diversi).

Ti conviene affrettarti!

Concentrati sul tuo business, a trovare il bando giusto per te ci pensiamo noi!

Se ti è piaciuto questo articolo, o pensi che possa essere utile per qualche tuo amico, lascia un commento condividilo sui social!

Alessia Borrelli

Laureata con lode in “Economia e Management” presso l’Università Roma Tre con tesi sperimentale in “Strategie competitive dei servizi finanziari”. Ha maturato competenze nell’ambito del Fintech, delle ricerche di marketing e dell’analisi statistica. Collabora con Trovabando occupandosi della gestione del CRM e della definizione di strategie di marketing. È impegnata, inoltre, nella realizzazione della documentazione progettuale connessa alle agevolazioni pubbliche e fondi strutturali europei.

Articoli correlati