Seleziona una pagina

L’ormai celebre agevolazione della Regione Lombardia rifinanziata e rivisitata per vedere la luce in una nuova versione-Covid!

27 Mag, 2020

Scheda agevolazione

Credito Adesso è un’iniziativa volta a finanziare il fabbisogno di capitale circolante connesso all’espansione commerciale delle imprese lombarde. Prevede la concessione di un finanziamento abbinato a un contributo in conto interessi.

Possono accedere i Liberi Professionisti e gli Studi Associati, le PMI e le MID CAP che abbiano organico fino a 3.000 dipendenti e la media dei ricavi tipici, risultante dagli ultimi due esercizi contabilmente chiusi, pari ad almeno 72.000 euro.

I finanziamenti erogabili sono compresi fra 18.000 e 200.000 euro per i liberi professionisti e per le imprese con codice Ateco J6, mentre può raggiungere i 750.000 euro per le PMI e 1,5 milioni di euro per le MID CAP. Il contributo in conto interessa è pari al 3% del finanziamento (4% per le agenzie di viaggio o altre imprese del settore che dimostrano di aver diversificato la propria attività).

Sono ammissibili le spese legate alla liquidità necessaria per l’attività produttiva e commerciale.

Per dare un sostegno ancora più concreto alle imprese durante l’emergenza epidemiologica in corso, la Regione Lombardia ha deciso di apportare alcune modifiche al bando Credito Adesso, estendendo l’agevolazione anche a nuovi settori di attività e stanziando per questa agevolazione nuove risorse finanziarie, ulteriormente incrementate grazie all’ingresso dei Confidi tra gli istituti convenzionati. Altra importante novità riguarda l’innalzamento del contributo in conto interesse dal 2 al 3%. Ma procediamo con calma.

Cosa prevede l’agevolazione?

Credito Adesso è un’agevolazione mista e consiste nell’erogazione di un finanziamento abbinato a un contributo a fondo perduto destinato ad abbattere il costo degli interessi relativi al finanziamento (contributo in conto interessi).

Recentemente la dotazione finanziaria per questo intervento è stata incrementata con ulteriori 35 milioni di euro per i finanziamenti e 1,8 milioni di euro per la concessione dei contributi a fondo perduto. Contemporaneamente è stata ampliata anche la platea dei beneficiari, mentre il contributo in conto interessi è stato portato dal 2% al 3%.

Chi può accedere all’agevolazione?

I soggetti beneficiari sono i professionisti, gli studi professionali associati, le PMI e le MID CAP con organico inferiore a 3.000 dipendenti e con sede operativa in Lombardia. E’ necessario inoltre che la media dei ricavi tipici risultante dagli ultimi due esercizi contabilmente chiusi sia di almeno 72 mila euro. Non tutti i settori di attività sono ammessi, però!

Vediamo nel dettaglio chi può realmente partecipare al bando:

  1. PMI e MID CAP:
  • singole e in qualunque forma costituite, comprese le imprese artigiane;
  • con sede operativa in Lombardia;
  • iscritte al registro delle imprese;
  • operative da almeno 24 mesi;
  • appartenenti, con specifiche esclusioni, ad uno dei seguenti settori:

– settore manifatturiero

– settore del commercio all’ingrosso

– settore delle costruzioni

– settore del turismo

Più nel dettaglio, i codici ISTAT – ATECO 2007 ammessi sono: C, J60, J62, J63, M69, M70, M71, M72, M73, M74, N78, N79, N81, N82, H49, H52, S.96.01.10, G45, G46.2, G46.3, G46.4, G46.5, G46.6, G46.7, G47.2, G.47.3, G47.4, G47.5, G47.6, G47.7 F, I55, I56, Q88.91.

  1. LIBERI PROFESSIONISTI E STUDI ASSOCIATI
  • dotati di partita Iva da almeno 24 mesi;
  • operanti in uno dei comuni della Lombardia;
  • appartenenti ad uno dei settori di cui alla lettera M del codice ISTAT primario – ATECO 2007.

Quanto posso ricevere?

Il finanziamento erogato non potrà comunque superare il 25% della media dei ricavi tipici risultante dagli ultimi due esercizi contabilmente chiusi e sarà comunque compreso fra i seguenti importi:

  • tra 18 mila e 200 mila euro (per i Liberi Professionisti, gli Studi Associati e le imprese Ateco J 60),
  • ­tra 18 mila e 750 mila euro (per le PMI)
  • tra 18 mila e 1,5 milioni di euro (per le MID CAP)

La durata del finanziamento, senza preammortamento ad esclusione di quello tecnico, è compresa fra 24 e 36 mesi.

Il tasso di interesse è pari a Euribor a 6 mesi, oltre a un margine che varierà in funzione della classe di rischio assegnata al Soggetto richiedente, ma che sarà comunque compreso fra 0 e 600 bps p.a.

Il contributo in conto interessi, come già visto, sarà pari al 3%, ma è incrementato al 4% per le agenzie di viaggio o altre imprese del settore che dimostrano di aver diversificato la propria attività.

Quali sono le spese ammissibili?

Con Credito Adesso le imprese possono ottenere dei finanziamenti erogati dagli istituti di credito convenzionati con Finlombarda per sostenere le necessità di liquidità legata all’attività produttiva e commerciale. Le spese ammissibili sono quindi quelle relative al capitale circolante, ovvero quelle sostenute per

  • materie prime, sussidiarie, di consumo e di merci;
  • servizi;
  • personale;
  • oneri diversi di gestione.

Non sono considerate spese inerenti il capitale circolante quelle inerenti gli investimenti materiali e immateriali, le poste di natura finanziaria (ivi inclusi i leasing operativi e finanziari) e fiscale.

Come posso accedere all’agevolazione?

La domanda di partecipazione può essere presentata a partire dalle ore 10.30 del giorno 23 aprile 2020, esclusivamente per mezzo di Bandi on Line.

Quali sono le novità rispetto al bando precedente?

Rispetto alla vecchia edizione del bando le maggiori novità sono:

– Ampliamento dei settori di attività ammissibili per le imprese;

– Ammissibilità come funding partner, insieme alle banche già convenzionate, anche dei Consorzi di Garanzia Collettiva fidi (Confidi);

– Contributo in conto interessi incrementato dal 2% al 3%;

– Potenziamento attraverso la linea Credito Adesso Evolution.

Credito Adesso Evolution

Per prevenire la crisi di liquidità delle MPMI causata dall’emergenza sanitaria ed economica COVID 19 Regione Lombardia ha creato, all’interno della misura Credito Adesso 2020, una linea specifica denominata “Credito Adesso Evolution” e finalizzata a supportare il tessuto produttivo lombardo in maniera ancora più specifica, anche in complementarietà con le misure statali per la liquidità.

Questa linea speciale è molto simile a Credito Adesso 2020, ma se ne differenzia per alcuni aspetti importanti. Ecco quali.

  1. Nonostante i settori di attività ammissibili siano gli stessi, per accedere a Credito Adesso Evolution la media dei Ricavi Tipici degli ultimi 2 esercizi contabili chiusi deve risultare pari ad almeno 72.000 euro per Professionisti e Studi Associati e a 300.000 euro per le PMI e le MID CAP.
  2. Gli importi del finanziamento, pur dovendo comunque sottostare al criterio del 25% della Media dei Ricavi Tipici degli ultimi 2 esercizi contabili, dovranno essere compresi
    • fra 18.000 e 200.000 euro per i liberi professionisti e gli Studi Associati
    • fra 75.000 e 800.000 euro per le PMI
    • fra 75.000 e 1,5 milioni di euro per le MID CAP
  3. La Durata del finanziamento invece è compresa fra 24 e 72 mesi, potendo prevedere anche un periodo di preammortamento fino a 24 mesi.
  4. Il contributo a fondo perduto è pari al 3%, senza alcuna eccezione.

Concentrati solo sul tuo business, a trovare il bando giusto per te ci pensiamo noi!

Se ti è piaciuto questo articolo, o pensi che possa essere utile per qualche tuo amico, lascia un commentocondividilo sui social!

>