Seleziona una pagina

Finanziamento agevolato e fondo perduto per l’internazionalizzazione della tua attività.

14 Set, 2020

Scheda agevolazione

L’agevolazione concede un finanziamento agevolato (10% del tasso di riferimento comunitario) con il 50% a fondo perduto per l’inserimento temporaneo in azienda di un professionista che segua il processo di internazionalizzazione (Temporary Export Manager, Digital Innovation Manager, Temporary Innovation Manager o Temporary Innovation Manager).

Società di Capitali che abbiano depositato almeno 2 bilanci relativi a due esercizi completi.

L’agevolazione permette di ottenere un finanziamento agevolato compreso fra 25.000 euro e 150.000 euro, con il 40% a fondo perduto.

Sono finanziabili le spese relative alle prestazioni del professionista specializzato (che devono essere almeno il 60%) e quelle connesse alla realizzazione del progetto di internazionalizzazione elaborato.

Cosa prevede l’agevolazione e quanto posso ricevere?

Espandere la propria attività in un paese estero è sicuramente una buona idea, ma capire come e dove farlo non è affatto semplice!

Per chi decide di intraprendere questa strada è meglio affidarsi a un professionista specializzato…  e in questo momento l’agevolazione Sace-Simest per Temporary Export Manager rende questa idea, di per sé già ottima, ancora migliore!

L’agevolazione permette infatti di coprire le spese per l’inserimento temporaneo in azienda, per almeno 6 mesi, di un professionista che possa aiutarti a sviluppare un processo di internazionalizzazione in paesi esteri (fino a un massimo di 3 paesi).

E’ possibile ricevere un finanziamento agevolato di importo compreso fra 25.000 e 150.000 euro, il cui 50% può essere richiesto a fondo perduto (fino al 17 settembre 2020 la percentuale a fondo perduto era pari al 40%).

Inoltre, per le richieste effettuate fino alla fine del 2020 non sono richieste garanzie.

Gli interessi richiesti sulla quota da restituire sono poi particolarmente convenienti, perché il tasso è pari al 10% del tasso di riferimento europeo, che ogni mese subisce piccole variazioni, ma che attualmente, fino al 30 settembre, è pari allo 0,83%: il tasso del tuo finanziamento sarà quindi di appena 0,083%!

Per la restituzione sono previsti 4 anni di tempo, di cui 2 di preammortamento.

Va specificato però che l’importo massimo richiedibile non può essere superiore al 15% della media dei ricavi risultanti dagli ultimi 2 bilanci depositati.

Chi può richiedere il contributo?

Possono partecipare all’agevolazione solo le Società di Capitali (Spa, Srl, Srls, Sapa) che abbiano già approvato e depositato presso il Registro delle Imprese almeno due bilanaci relativi a due esercizi contabili completi.

Considerando che l’importo massimo del finanziamento richiedibile da ogni impresa è legato alla media dei ricavi degli ultimi 2 anni e che il finanziamento minimo è di 25.000 euro, diventa evidente che per partecipare i tuoi ricavi medi nel biennio precedente devono essere di circa 166.700 euro.

Quali sono le spese ammissibili?

L’agevolazione può essere richiesta a copertura delle spese sostenute per le prestazioni consulenziali di professionisti specializzati erogate attraverso Società di Servizi.

Tali spese devono rappresentare almeno il 60% dei costi del progetto.

Sono poi ammissibili le spese connesse alla realizzazione del progetto elaborato con il professionista stesso e in particolare:

  • Spese per attività di marketing e promozionali;
  • Spese per integrazione e sviluppo digitale dei processi aziendali;
  • Spese per la realizzazione/ammodernamento di modelli organizzativi e gestionali;
  • Spese di ideazione per l’innovazione/adeguamento di prodotto e/o servizio;
  • Spese per le certificazioni internazionali e le licenze di prodotti e/o servizi, deposito di marchi o altre forme di tutela del made in Italy;
  • Spese per attività di supporto:
    1. Spese per la formazione interna/esterna del personale amministrativo o tecnico;
    2. Spese di viaggio e soggiorno da parte degli amministratori e/o titolari dell’impresa richiedente;
    3. Spese di viaggio e soggiorno (incoming) di potenziali partner locali (esclusa la clientela);
    4. Spese legali per la costituzione di società controllate locali o filiali gestite direttamente.

Come posso accedere?

Per richiedere l’agevolazione è necessario registrarti sul Portale Sace-Simest, compilare e inviare la domanda sottoscritta digitalmente, fornendo tutte le informazioni richieste relative all’azienda e al progetto. Se comunque hai bisogno di una mano, non esitare a contattarci!

La domanda, che dovrà riguardare un massimo di 3 paesi esteri, deve essere presentata prima di iniziare il programma di investimento presentato.

Concentrati sul tuo business, a trovare il bando giusto per te ci pensiamo noi!

Se ti è piaciuto questo articolo o pensi che possa essere utile per qualche tuo amico, lascia un commento e condividilo sui social!

>