patent box

Condividi subito la news sui tuoi Social!

Il nuovo Patent Box è un regime fiscale agevolato che si applica sulle spese di ricerca e sviluppo sostenute per alcuni beni immateriali

Indice

Nuovo Patent box: di cosa si tratta?

Il nuovo Patent Box è finalizzato a promuovere la creazione e lo sfruttamento economico di specifici beni immateriali nello svolgimento della propria attività d’impresa. 

Così come riformulato dall’art. 6 del D.L. 146/2021, questo regime fiscale agevolato consiste in una deduzione maggiorata dei costi di Ricerca & Sviluppo sostenuti per alcuni beni immateriali utilizzati nell’attività di impresa e per i quali si detiene un diritto allo sfruttamento economico. 

L’agevolazione può comprendere il recupero delle spese relative anche agli 8 anni fiscali precedenti il conseguimento della privativa ed è cumulabile, secondo precise regole, con il credito d’imposta R&S

Come funziona il nuovo Patent box?

A differenza della vecchia disciplina, che prevedeva una parziale esenzione dei redditi derivanti dall’impiego di beni immateriali, il nuovo Patent Box riguarda invece le spese per attività di Ricerca e Sviluppo inerenti alcune tipologie di beni immateriali:

  • software coperti da copyright
  • brevetti industriali  (inclusi i brevetti per invenzione, le invenzioni biotecnologiche e i relativi certificati complementari di protezione), brevetti per modello d’utilità, brevetti e certificati per varietà vegetali e topografie di prodotti a semiconduttori; 
  • disegni e modelli giuridicamente tutelati. 
 

Il nuovo regime fiscale non si applica per i marchi di impresa e il know-how (informazioni  relative a esperienze maturate nel settore industriale, commerciale o scientifico che possono essere legalmente protette tramite formule e informazioni riservate. 

Ma come funziona nel dettaglio? 

Il nuovo Patent Box è rivolto a coloro che, a partire dal periodo di imposta in corso al 31 dicembre 2021, ottengono un titolo di privativa industriale sui beni immateriali ammissibili.

Grazie al Patent Box è possibile maggiorare del 110% le spese di ricerca e sviluppo che sono state state sostenute per il mantenimento, il potenziamento, la tutela e l’accrescimento del valore dei beni immateriali considerati ammissibili, ottenendo quindi, per tali spese, una deduzione fiscale maggiorata e, conseguentemente, un imponibile minore sul quale pagare IRES e IRAP. 

Il titolare del diritto allo sfruttamento economico dei beni immateriali impiegati nelle attività d’impresa, potrà dedurre in maniera maggiorata non solo i costi sostenuti nel corso dell’anno di ottenimento della privativa, ma anche quelli degli otto periodi di imposta precedenti.

Patent box: un esempio pratico

Facciamo un esempio pratico per comprendere meglio il tipo di beneficio che è possibile ottenere grazie all’agevolazione Patent Box.

Poniamo il caso che un’impresa sostenga costi ammissibili per 200.000 euro. Ai fini della deducibilità, potrà calcolare questi costi con una maggiorazione del 110% e quindi come se avesse speso 220.000 euro. 

Ipotizziamo che questa impresa debba pagare IRES (al 24%) e IRAP (al 3,9%) su un imponibile di 500.000. Da tale imponibile è possibile dedurre i costi di Ricerca e Sviluppo ammissibili, e grazie alla maggiorazione prevista dal Patent Box, l’impresa potrà dedurre 220.000 euro, anziché 200.000. Di conseguenza, pagherà IRES e IRAP su un imponibile di 280.000 euro (500.000 euro – 220.000 euro), invece che su un imponibile di 300.000 euro (cioè 500.000 euro – 200.000 euro), per un totale di 78.120 euro (27,9% di 280.000 euro) contro gli 83.700 euro (27,9% di 300.000) che avrebbe pagato senza l’opzione Patent Box, risparmiando quindi 5.580 euro. 

 

Come accedere al Patent Box?

Si tratta di un regime opzionale e l’esercizio di tale opzione dovrà essere comunicato nella dichiarazione dei redditi relativa al periodo di imposta al quale la stessa si riferisce. 

In particolare, l’opzione verrà indicata nel quadro OP della dichiarazione dei redditi, mentre le specifiche relative alla tipologia e al numero dei beni agevolabili dovranno essere indicate nel quadro RS.

L’opzione è irrevocabile, rinnovabile e di durata pari a cinque periodi di imposta.

Ti rendi conto di quanto sia importante, per un’impresa, sfruttare ogni possibilità offerta dalla finanza agevolata?

Concentrati solo sul tuo business, al tuo bando ci pensiamo noi!

Se ti è piaciuto questo articolo, o pensi che possa essere utile per qualche tuo amico, lascia un commento e condividilo sui social! Clicca sul pulsante in basso e scopri tutte le agevolazioni per la tua attività.

Simona Lucchetti

Laureata con lode presso l’Università La Sapienza, ha acquisito esperienze e competenze in vari settori prima di approdare a Trovabando. Collabora con Trovabando da diversi anni occupandosi principalmente di elaborare e implementare strategie commerciali. È impegnata, inoltre, nella realizzazione della documentazione progettuale connessa alle agevolazioni pubbliche e fondi indiretti
Mail sent

Iscriviti alla Newsletter gratuita 

Sul nostro blog potrai scoprire tutte le nuove agevolazioni nazionali ed europee e sapere quali possono essere più utili per i tuoi progetti (assunzione personale, acquisto macchinari, export e così via).

>

Contattaci e scopri come possiamo aiutarti

👇 Compila il form qui in basso: ti risponderemo il prima possibile