PNRR: al via i Bandi per le imprese del Nord Ovest

bandi pnrr imprese del nord ovest

Condividi subito la news sui tuoi Social!

Dal PNRR arriva il progetto Nodes - Nord Ovest Digitale e Sostenibile: 35,5 milioni per i bandi a cascata a favore delle imprese che investono in innovazione e sostenibilità.

Indice

NODES - Nord Ovest Digitale e Sostenibile

Il progetto Ecosistema Nodes – Nord Ovest Digitale e Sostenibile, parte del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza (PNRR), sta prendendo forma con l’avvio di una serie di bandi a cascata per le imprese

Il progetto, finanziato dal Ministero dell’Università e della Ricerca con una copertura di 115 milioni di euro, di cui 35,5 milioni a favore delle imprese, mira a creare un ecosistema dell’innovazione capace di integrare i diversi attori del territorio, come le imprese, le università, le istituzioni e i cittadini, per promuovere lo sviluppo sostenibile del territorio e aumentare la competitività del sistema produttivo.

Il Nodes rappresenta un’opportunità unica per la regione del Nord Ovest di diventare un polo di innovazione e sviluppo economico sostenibile a livello nazionale ed europeo. La realizzazione di questo progetto non solo favorirà la crescita di imprese e start-up, ma contribuirà anche alla creazione di un mercato del lavoro più qualificato e specializzato nei settori dell’innovazione, dell’energia, del turismo, della mobilità sostenibile, dell’agroindustria e della salute.

I bandi a cascata coinvolgeranno le micro, piccole, medie e grandi imprese operanti sul territorio del Piemonte, della Valle d’Aosta e delle provincie di Como, Pavia e Varese che potranno beneficiare di consistenti contributi a fondo perduto a sostegno di investimenti aventi ad oggetto la trasformazione digitale e la sostenibilità ambientale del Nord Ovest italiano.

Il programma Nodes si compone di 2 linee di intervento dedicate alle imprese:

  • Linea A: Ricerca industriale e sviluppo sperimentale, che prevede anche dei bandi a cascata per il Mezzogiorno
  • Linea B: Servizi avanzati di consulenza specialistica individuati nel “Catalogo dell’Ecosistema NODES”
 
Ogni linea di intervento è poi suddivisa in 7 “spoke”, ovvero settori di intervento specifici, ognuno dei quali è finalizzato a sviluppare soluzioni innovative e sostenibili per le imprese e per la società.

PNRR NODES: i 7 "spoke"

I settori in cui si articola il progetto Nodes, sono i seguenti:

  1. Spoke 1: industria 4.0 per la mobilità e l’aerospazio
  2. Spoke 2: Sostenibilità industriale e green
  3. Spoke 3: Industria del turismo e cultura
  4. Spoke 4: Montagna digitale e sostenibile
  5. Spoke 5: Industria della Salute e silver economy
  6. Spoke 6: Agroindustria primaria
  7. Spoke 7: Agroindustria secondaria


Ad ogni spoke è dedicato un bando per ogni linea di intervento (A o B).

I bandi delle linee A e B per il Nord Ovest hanno una prima finestra di apertura dal 12 aprile al 16 giugno 2023 e una seconda finestra dal 1 settembre al 31 ottobre 2023.

Per quanto riguarda i bandi della linea A dedicati al Mezzogiorno (nello specifico, alle regioni Abruzzo, Molise, Campania, Puglia, Basilicata, Calabria, Sicilia e Sardegna), è prevista un’unica finestra per la presentazione delle domande di agevolazione, dal 4 maggio 2023 al 31 ottobre 2023.

Vediamo chi può beneficiare delle agevolazioni e qual è l’entità massima dei contributi ottenibili!

bandi pnrr imprese del nord ovest
PNRR: al via i Bandi per le imprese del NordOvest

NODES: chi sono i beneficiari?

Pur cambiando il settore di riferimento, i singoli bandi sono accomunati da una medesima struttura che permette di fornire alcuni indicazioni generali relative ai beneficiari delle agevolazioni. 

Per quanto riguarda i bandi della linea A, possono presentare domanda di contributo, i seguenti soggetti:

  • le Micro, Piccole e Medie imprese (MPMI) che concorrono in modalità singola o collaborativa con altre imprese
  • le Grandi Imprese (GI) in modalità collaborativa a condizione che persista il requisito di collaborazione con almeno una MPMI; possono sostenere al massimo il 70% del costo totale ammissibile di progetto.

Inoltre, i soggetti pubblici aventi ruolo di End User possono partecipare in qualità di partner non beneficiari di contributo, a condizione che siano ricondotti alle aree di tematiche di sviluppo di NODES.

Dai beneficiari dei bandi della linea B, vengono invece escluse le grandi imprese

Tutti i soggetti richiedenti devono:

  • essere iscritti al Registro delle Imprese;
  • avere sede operativa in uno dei territori dell’area del Nord Ovest sopra indicata o del Mezzogiorno (in quest’ultimo caso solo per quanto riguarda i bandi a cascata della linea A);
  • dimostrare affidabilità economica e finanziaria;
  • avere regolarità contributiva e fiscale;
  • non essere sottoposte a procedure concorsuali
  • non essere identificabili come imprese in difficoltà

Quali sono le attività ammissibili?

Gli interventi ammissibili al finanziamento sono molteplici e riguardano principalmente lo sviluppo di progetti innovativi che siano in grado di contribuire al raggiungimento degli obiettivi di ciascun Spoke.

Tra gli interventi ammissibili rientrano ad esempio lo sviluppo di nuove tecnologie, la realizzazione di progetti pilota, la creazione di reti di collaborazione tra imprese e centri di ricerca, l’adozione di soluzioni di efficienza energetica, la promozione del turismo sostenibile e la realizzazione di infrastrutture tecnologiche avanzate.

Le spese ammissibili al finanziamento includono principalmente le spese di investimento e le spese di funzionamento necessarie per la realizzazione dei progetti, tra cui ad esempio le spese per l’acquisto di macchinari, attrezzature, tecnologie e beni immateriali, nonché le spese per la formazione e la ricerca e sviluppo.

Per partecipare ai bandi del progetto Nodes, le imprese e le organizzazioni no-profit dovranno presentare un progetto dettagliato che rispetti le linee guida di ciascuno Spoke.

In generale, anche in questo caso è possibile fare una distinzione tra gli interventi della linea A e della linea B.

Per la linea A, sono ammissibili i seguenti tipi di intervento:

  • Ricerca industriale: la ricerca pianificata o indagini critiche miranti ad acquisire nuove conoscenze, da utilizzare per mettere a punto nuovi prodotti, processi o servizi o permettere un notevole miglioramento dei prodotti, processi o servizi esistenti 
  • Sviluppo sperimentale: l’acquisizione, la combinazione, la strutturazione e l’utilizzo delle conoscenze e capacità esistenti di natura scientifica, tecnologica, commerciale e altro, allo scopo di produrre piani, progetti o disegni per prodotti, processi o servizi nuovi, modificati o migliorati
 
Per la linea B, possono essere invece finanziati i costi per servizi di consulenze specialistiche. Nello specifico, sono considerati ammissibili i soli servizi qualificati di innovazione che rientrino in una delle categorie di cui “Catalogo dell’Ecosistema NODES“ – Allegato 7 del bando e identificabili in una delle seguenti macrocategorie:

  • Servizi qualificati di supporto alla ricerca e sviluppo ed alla innovazione di prodotto e/o processo
  • Servizi qualificati per il sostegno a nuove imprese e nuove imprese innovative

Entità delle agevolazioni e valore degli investimenti ammissibili

L’entità delle agevolazioni e l’importo degli investimenti ammissibili variano in funzione del singolo bando Spoke, della dimensione dell’impresa richiedente e della tipologia di attività. 

Per quanto riguarda la linea A, sono previste agevolazioni nella misura del 25% – 75%, a fronte di investimenti variabili da un minimo di 100.000 euro ad un massimo di 1.000.000 di euro. Nel caso di collaborazioni tra imprese o con soggetti pubblici, l’entità dell’agevolazione può essere inoltre maggiorata fino al 15%.

Le imprese possono presentare non più di 1 domanda a valere su ogni finestra di presentazione del bando a cascata – Linea A di uno specifico Spoke.

Di minore impatto finanziario sono invece i contributi della linea B che possono avere percentuale massima, calcolata sulle spese ammissibili del servizio pari a 50% e per un importo massimo concedibile per singolo beneficiario pari a 60.000 euro, a fronte di un costo complessivo del singolo servizio non inferiore a 15.000 euro e non superiore a 80.000 euro.

In questo caso, le imprese possono presentare non più 3 domande a valere su bando a cascata – Linea B di uno specifico Spoke, fatto salvo il contributo massimo concedibile di 60.000 euro per impresa cumulabile con più servizi finanziati sulla sola Linea B dei Bandi dell’Ecosistema.

Bandi NODES: come fare domanda?

Per presentare domanda per i bandi Nodes, è necessario seguire le procedure specifiche indicate nei bandi stessi, che vengono pubblicati sul sito web dei partner del progetto Nodes e sul portale dedicato. Il richiedente dovrà presentare la domanda di finanziamento sulla piattaforma webtelemaco.infocamere.it.

In generale, la procedura di presentazione delle domande prevede la compilazione di un modulo di domanda online, e una serie di allegati, riguardanti, da una parte, il contenuto, il cronoprogramma e il piano economico-finanziario del progetto proposto, dall’altra, i requisiti soggettivi del richiedente.

È importante leggere attentamente il bando e verificare di soddisfare tutti i requisiti previsti per la partecipazione al bando. Inoltre, è possibile contattare i partner del progetto Nodes per richiedere ulteriori informazioni o supporto nella compilazione della domanda.

Una volta presentata la domanda, verrà avviata la valutazione dei progetti da parte di una commissione di esperti, che successivamente stilerà una graduatoria sulla base di criteri di merito e della coerenza con gli obiettivi del progetto Nodes.

Concentrati solo sul tuo business, al tuo bando ci pensiamo noi!

Se ti è piaciuto questo articolo, o pensi che possa essere utile per qualche tuo amico, lascia un commento e condividilo sui social! Clicca sul pulsante in basso e scopri tutte le agevolazioni per la tua attività.