Lombardia: Bando Turismo strutture ricettive

lombardia bando turismo

Condividi subito la news sui tuoi Social!

La Regione Lombardia ha pubblicato un bando per sostenere la crescita sostenibile delle PMI nel settore turistico alberghiero ed extra-alberghiero. Si prevedono due linee di intervento: per le strutture esistenti, azioni di riqualificazione; per le nuove attività, supporto alla realizzazione di nuove strutture alberghiere ed extra-alberghiere di PMI. L'iniziativa mira a potenziare la competitività delle imprese turistiche e promuovere la sostenibilità ambientale nel settore.

Indice

Chi sono i beneficiari?

Lombardia bando turismo strutture ricettive supporta le micro, piccole e medie imprese nel settore turistico alberghiero ed extra-alberghiero.

Le imprese che desiderano riqualificare una struttura esistente, devono già esercitare attività ricettive come alberghi, residenze turistico-alberghiere, condhotel o alberghi diffusi, o attività non alberghiere all’aria aperta come villaggi turistici, campeggi o aree di sosta.

Le imprese che intendono creare una nuova struttura ricettiva, invece, devono dichiarare l’intenzione di avviare una delle tipologie di attività ricettiva menzionate sopra.

Le imprese del Lombardia bando turismo strutture ricettive devono avere una sede operativa attiva in Lombardia, essere regolarmente costituite e iscritte nel Registro delle Imprese. Inoltre, devono dichiarare la conformità del progetto alle norme urbanistiche comunali vigenti se sono previste spese per opere murarie e impiantistiche. Ogni soggetto richiedente può presentare una sola domanda per una sola sede e una sola struttura ricettiva.

Il requisito di esercizio dell’attività ricettiva deve essere mantenuto per un periodo di 3 anni dopo il pagamento finale dell’agevolazione, pena la decadenza dal diritto all’agevolazione stessa.

A quanto ammonta il contributo?

L’agevolazione Lombardia bando turismo strutture ricettive può essere concessa sia in base al Regolamento De Minimis (per aziende costituite dopo il 1 ottobre 2022), sia in base al ‘Regime quadro regionale per il sostegno alle imprese colpite dalla crisi’ (per aziende costituite entro il 30 settembre 2022).

Nel caso del Regolamento De Minimis, il contributo massimo è del 50% delle spese ammissibili, con un investimento minimo di 80.000 euro e un limite massimo di 200.000 euro, a seconda delle disponibilità di ciascuna impresa.

Nel caso del Regime quadro regionale, il contributo massimo è del 50% delle spese ammissibili, con un investimento minimo di 80.000 euro e un limite massimo di 500.000 euro.

Il Regime quadro regionale è in vigore fino al 31 dicembre 2023.

Quali sono i programmi ammissibili?

Sono considerati ammissibili per il Lombardia bando turismo strutture ricettive progetti avviati dopo la presentazione della domanda, con un importo minimo di investimento di 80.000 euro, che riguardano:

a) La riqualificazione di una struttura ricettiva alberghiera o non alberghiera già esistente al momento della presentazione della domanda, nel contesto di un’attività imprenditoriale. La validità di SCIA (Segnalazione Certificata di Inizio Attività) o di altro titolo abilitativo, come indicato nella richiesta di adesione, è riconosciuta in tutte le fasi del processo;

b) La realizzazione di una nuova struttura ricettiva alberghiera o non alberghiera nel contesto di un’attività imprenditoriale ammissibile secondo i criteri stabiliti nel provvedimento. Questa nuova struttura può derivare dalla conversione di un’altra attività ricettiva o economica. La validità di SCIA o di altro titolo abilitativo deve essere ottenuta entro la richiesta di erogazione del saldo o dell’unica soluzione e deve essere comunicata durante la richiesta stessa.

Gli investimenti per Lombardia bando turismo strutture ricettive devono essere realizzati presso una sede operativa situata o da situare in Lombardia e devono essere completati entro 18 mesi dalla data di concessione del contributo.

bando turismo strutture ricettive
Bando turismo strutture ricettive Lombardia

Quali sono le spese ammissibili?

Le spese ammissibili del Lombardia bando turismo strutture ricettive devono essere connesse al progetto e devono essere calcolate escludendo l’IVA.

Per i richiedenti che sono proprietari dell’immobile in cui si svolge l’attività produttiva o gestiscono la struttura ricettiva oggetto dell’intervento in un immobile di proprietà di una persona fisica non impegnata in un’attività economica, le spese ammissibili includono:

a) Acquisto di arredi, macchinari, attrezzature, hardware e software;

b) Esecuzione di lavori edili, murari e impiantistici;

c) Costi di progettazione e direzione lavori, fino al massimo dell’8% delle spese ammissibili indicate nella lettera b);

d) Spese generali determinate forfettariamente al 7% delle spese ammissibili indicate nelle lettere precedenti a) e b).

Per i richiedenti che gestiscono la struttura ricettiva oggetto dell’intervento in un immobile di proprietà di un soggetto diverso da una persona fisica non impegnata in un’attività economica, le spese ammissibili includono:

a) Acquisto di arredi, macchinari, attrezzature, hardware e software;

b) Esecuzione di lavori edili, murari e impiantistici, limitatamente ai costi delle opere strettamente funzionali e necessarie per l’installazione degli arredi, macchinari, attrezzature, hardware e software, fino al massimo del 20% dei costi ammissibili per l’acquisto dei beni installati;

c) Spese generali determinate forfettariamente al 7% delle spese ammissibili indicate nelle lettere precedenti a) e b).

Quando e come è possibile presentare la domanda?

Le domande del Lombardia bando turismo strutture ricettive devono essere presentate esclusivamente tramite la piattaforma Bandi Online all’indirizzo www.bandi.regione.lombardia.it, a partire dalle 10:00 del 4 maggio 2023 fino al 29 giugno 2023. La selezione delle domande avverrà attraverso una procedura valutativa basata su una graduatoria. I criteri di valutazione da considerare sono i seguenti:

  1. Coerenza e qualità del progetto proposto.
  2. Sostenibilità economica e finanziaria del progetto.
  3. Contributo alla creazione di nuovi posti di lavoro o al sostegno dell’occupazione esistente.
  4. Impatto sulla crescita economica e sullo sviluppo territoriale.
  5. Livello di innovazione e utilizzo di tecnologie avanzate.
  6. Rilevanza strategica per il settore o l’ambito di intervento.
  7. Adesione alle politiche e agli obiettivi regionali.

La valutazione terrà conto di questi criteri al fine di stilare la graduatoria delle domande presentate per il Lombardia bando turismo strutture ricettive.

Concentrati solo sul tuo business, al tuo bando ci pensiamo noi!

Se ti è piaciuto questo articolo, o pensi che possa essere utile per qualche tuo amico, lascia un commento e condividilo sui social! Clicca sul pulsante in basso e scopri tutte le agevolazioni per la tua attività.

Erika Marrazzo

Customer Care and Data Quality
Laureanda in Economia e Management presso l’Università degli Studi Roma Tre con tesi sperimentale in Statistica per il Management. Grazie a numerosi progetti universitari ha maturato competenze in ambito marketing e comunicazione, lavora con Trovabando occupandosi di Customer Care and Data Quality.