Seleziona una pagina

Tutte le principali agevolazioni per le assunzioni di nuovo personale [miniguida]

Leggi la mini guida di Trovabando per scoprire i bandi ed i contributi per l’assunzione di nuove risorse

8 Lug, 2019

Gli sgravi e le agevolazioni pubbliche per l’assunzione di nuovo personale hanno l’obiettivo di aumentare i livelli di occupazione, attraverso la concessione di contributi in grado di incentivare le imprese italiane ad assumere nuovi lavoratori.

Attraverso queste agevolazioni si cerca di abbassare il livello di disoccupazione e, allo stesso tempo, si aiutano le imprese ad incrementare il proprio organico, sia in pianta stabile che in maniera temporanea.

Conoscere i principali sgravi per le assunzioni può essere estremamente utile per tutte le imprese che hanno intenzione di assumere nuovo personale, ma anche per chi è alla ricerca di un lavoro.

Si possono trovare diverse agevolazioni per le assunzioni del personale, sia a livello nazionale che regionale, ed oggi ti parlerò di quelle che reputo maggiormente interessanti.

Agevolazioni nazionali per l’assunzione di personale

I principali sgravi per l’assunzione del personale, validi su tutto il territorio nazionale, sono due: l’incentivo occupazione NEET e l’incentivo occupazione giovani. Entrambi hanno come obiettivo l’incremento dell’occupazione giovanile.

Vediamoli nel dettaglio, insieme.

Incentivo Occupazione NEET

Se sei un datore di lavoro e nel corso del 2019 hai assunto o hai intenzione di assumere giovani di età compresa tra i 16 e i 29 anni, questo incentivo fa decisamente al caso tuo!

Il bonus è concesso per le assunzioni di giovani Neet, ovvero giovani fra i 16 e i 29 anni che non lavorano e non studiano e che abbiano aderito al Programma Garanzia Giovani. L’incentivo prevede, per 12 mesi, un esonero dei contributi Inps a carico del datore di lavoro che può raggiungere il valore annuo di € 8.060 (€671,66/mese).
Il contributo viene concesso per contratti a tempo indeterminato – anche a scopo di somministrazione – sia a tempo pieno che a tempo parziale, per conversioni a tempo indeterminato di contratti già in essere e per rapporti di apprendistato professionalizzante.

Che significa? Che se deciderai di assumere un giovane NEET potrai risparmiare fino a € 8.060 di contributi. Un’ottima occasione per far entrare in azienda una nuova giovane risorsa.

Restano esclusi da questo incentivo il lavoro domestico, i contratti di apprendistato di alta formazione e ricerca, ed il lavoro intermittente.

Incentivo Occupazione Giovani (Bonus assunzione under 35)

Il secondo incentivo per le assunzioni che andiamo ad analizzare interessa tutti i datori di lavoro che vogliono assumere giovani lavoratori, approfittando di uno sgravio pari al 50% dei contributi previdenziali complessivi a proprio carico per i primi 3 anni, per un risparmio massimo di € 3.000/anno..

Il decreto Dignità ha previsto per il 2019 e il 2020 una proroga a questa agevolazione che può essere fruita  per ogni nuovo contratto a tempo indeterminato rivolto a giovani fino a 34 anni. E’ anche previsto che questo bonus venga prorogato ulteriormente, ma dal 2021 sarà erogato solo per le assunzioni di giovani fino a 29 anni.

Lo sgravio contributivo viene concesso anche nel caso di conferma di un contratto di apprendistato, ma in questo caso l’età del lavorato deve essere inferiore ai 30 anni e la durata dell’agevolazione è limitata a 12 mesi.

Questo incentivo risulta interessante perché il limite di età del soggetto da assumere, rispetto all’incentivo Occupazione Neet, è innalzato fino ai 35 anni. E’ possibile assumere nel corso del 2019 soggetti che non hanno ancora compiuto i trentacinque anni di età – ma hanno, ad esempio, 34 anni e 364 giorni – e che non sono mai stati titolari di un rapporto di lavoro subordinato a tempo indeterminato.

Risulta abbastanza evidente come l’obiettivo di questo incentivo è quello di creare forme di occupazione giovanile che siano maggiormente stabili.

Bonus occupazionale Giovani Eccellenze

Novità targata Legge di Bilancio 2019, il Bonus occupazionale Giovani Eccellenze va incontro ai datori di lavoro privati che decidono di assumere con contratto subordinato a tempo indeterminato giovani laureati magistrali (in corso e con lode) o dottori di ricerca.

I giovani devono rispettare una serie di requisiti relativi all’età e al periodo di conseguimento dei titoli, ma una volta riusciti a trovare le persone giuste sarà possibile godere del bonus, che consiste in uno sgravio totale dei contributi previdenziali per 12 mesi fino a un massimo di € 8.000 per ogni assunzione.

Incentivo Occupazione Mezzogiorno

Questo incentivo ha come obiettivo quello di incrementare le assunzioni con contratto a tempo indeterminato nelle regioni definite a livello comunitario come “meno sviluppate” – Basilicata, Calabria, Campania, Puglia e Sicilia – e nelle regioni definite “in transizione” – Abruzzo, Molise e Sardegna.

Se sei un datore di lavoro che vuole assumere nuovo personale ma non ha la sede legale in una delle suddette regioni, nessun problema.

L’incentivo, infatti, spetta a condizione che la prestazione lavorativa si svolga in una regione “meno sviluppata” o “in transizione”, indipendentemente dalla residenza del lavoratore e dalla sede legale del datore di lavoro.

Che significa? Che per accedere a questa agevolazione è sufficiente avere una sede operativa o un’unità locale in Basilicata, Calabria, Campania, Puglia, Sicilia, Sardegna, Abruzzo e Molise.

Una caratteristica molto interessante di questo sgravio è che non prevede alcun vincolo d’età, ma in relazione a questa, variano i “requisiti” che il lavoratore da assumere deve possedere.

Se il lavoratore, alla data di assunzione, ha un’età compresa tra i 16 e i 34 anni è sufficiente che lo stesso risulti disoccupato. Invece, se ha già compiuto 35 anni, oltre ad essere disoccupato, deve risultare privo di impiego regolarmente retribuito da almeno 6 mesi.

Per il 2019 era stata prevista una fruizione del bonus solo per le assunzioni effettuate dal 1° maggio al 31 dicembre 2019. Un emendamento inserito nella Legge di Conversione del Decreto Crescita però ha esteso la copertura anche alle assunzioni avvenute durante il primo quadrimestre dell’anno.

Grazie a questa misura, assumendo giovani fra i 16 e i 34 anni in stato di disoccupazione o persone di più di 35 anni e prive di un impiego regolarmente retribuito da almeno 6 mesi, i datori di lavoro privati potranno beneficiare di un esonero dei contributi Inps per 12 mesi, fino ad ottenere un massimo di € 8.060  annui (671,66 mensili).

Anche in questo caso sono considerate ammissibili le assunzioni a tempo indeterminato, sia full-time che part-time, anche a scopo di somministrazione, i contratti di apprendistato professionalizzante o la trasformazione di un rapporto lavorativo da tempo determinato a tempo indeterminato.

Bonus Donne e disoccupati over 50

 Prosegue senza modifiche anche nel 2019 il bonus introdotto dalla Legge Fornero del 2012 che prevede una riduzione del 50% sui contributi Inps e Inail per assunzioni a tempo determinato o indeterminato di:

– Donne disoccupate da almeno 6 mesi e residenti in regioni svantaggiate e occupate in settori caratterizzati da disparità occupazionale di genere;
– Donne disoccupate da almeno 24 mesi;
– Lavoratori ultracinquantenni disoccupati da almeno 12 mesi.

L’agevolazione può essere fruita fino a 12 mesi nel caso di assunzione a tempo determinato e fino a 18 mesi nel caso di contratto a tempo indeterminato (anche per trasformazione di contratto a termine in contratto a tempo indeterminato).

Bonus lavoratori disoccupati in Naspi

Continua a vivere anche quest’anno il bonus per l’assunzione a tempo pieno e indeterminato di lavoratori beneficiari della NASpI (Nuova Assicurazione Sociale per l’Impiego) che prevede un contributo mensile pari al 20% dell’indennità che il lavoratore avrebbe dovuto percepire. 

Come hai potuto vedere, ci sono davvero tante opportunità per chi, in questo momento, vuole assumere nuova forza lavoro ma avrebbe bisogno di un incentivo o di uno sgravio contributivo.

Naturalmente, per chi svolge attività imprenditoriale, l’assunzione di nuovo personale non è l’unica necessità a cui bisogna far fronte.

Quindi, se stai valutando in che modo la finanza agevolata può aiutarti a portare avanti i tuoi progetti imprenditoriali, scopri il nostro servizio per la ricerca di bandi ed agevolazioni.

 

Concentrati solo sul tuo business, a trovare il bando giusto per te ci pensiamo noi!

Se ti è piaciuto questo articolo, o pensi che possa essere utile per qualche tuo amico, lascia un commentocondividilo sui social!

>