Seleziona una pagina

Il microcredito è uno strumento di sviluppo economico che permette l’accesso ai servizi finanziari alle persone in condizioni di povertà ed emarginazione.

Il microcredito viene definito come “credito di piccolo ammontare finalizzato all’avvio di un’attività imprenditoriale o per far fronte a spese d’emergenza, nei confronti di soggetti vulnerabili dal punto di vista sociale ed economico, che generalmente sono esclusi dal settore finanziario formale”.

Molti istituti di microcredito hanno iniziato come organizzazioni non-profit e hanno operato con i fondi statali o con i finanziamenti privati.

Nel maggio del 2011 il Governo ha trasformato il Comitato nazionale italiano permanente per il microcredito (istituito nel 2006) nell’Ente Nazionale per il Microcredito (ENM), che è un ente pubblico non economico. L’obiettivo di questo ente è supportare la lotta all’esclusione sociale in Italia e monitorare gli strumenti e le attività microfinanziarie, promossi e realizzate a valere su fondi dell’Unione Europea.

>